rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Droga, sempre più reati commessi dai minorenni: viaggio nel disagio della nuova generazione

L’avvocato Andrea Nobili ha analizzato la problematica emerso dopo gli ultimi dati diffusi dalla Guardia di Finanza

ANCONA- Gli ultimi dati diffusi dalla Guardia di Finanza sullo spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Ancona (gli interventi fanno riferimento al 2021), e nelle Marche in generale, hanno raccontato di una pericolosa tendenza circa l’aumento di minori nel commettere questo tipo di reati. L’avvocato Andrea Nobili, precedentemente anche Garante dei diritti della persona, ha fatto chiarezza sulla situazione, individuando possibili cause e soluzioni della problematica riscontrata:

«Effettivamente questa circostanza è pericolosa e va di pari passo anche con lo stesso consumo di sostanze stupefacenti da parte dei minori, talvolta più importanti e pericolose del semplice fumo. Il problema vero e proprio risiede nella non comprensione della gravità di violare la legge e tutto questo dipende da vari fattori. Può sembrare banale ma anche i modelli negativi fanno la differenza, tanti ragazzini ascoltano un tipo di musica che inneggia all’utilizzo di droghe e al rapporto con gli stupefacenti. Serve un impegno culturale a trecentosessanta gradi». Scendendo più nello specifico è inevitabile arrivare al confronto tra le vecchie e nuove generazioni: «Prima si guardava con più fiducia al futuro, adesso è tutto diverso. Gli ultimi anni sono stati quelli della pandemia, dell’incertezza, il disagio dei giovani è stato incrementato. Servirebbe una politica ancor di più inclusiva ed educativo. Ad oggi l’Italia non ha ancora capito la gravità di questi campanelli d’allarme, va previsto e aggiornato il sistema di welfare».

In conclusione, si può pensare ad un intervento condiviso di tutte le sfere educative: «Non è una soluzione immediata e facile e forse non c’è un soggetto specifico istituzionale. Per fronteggiare questo malessere è necessaria una politica sociale diversa sulle reti. Più soggetti istituzionali che introducano politiche di sistema. Punire chi commette un reato sì ma anche agire sulla prevenzione e dimensione sociale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, sempre più reati commessi dai minorenni: viaggio nel disagio della nuova generazione

AnconaToday è in caricamento