menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La refurtiva

La refurtiva

Corso Garibaldi, spacciava eroina in pieno centro: arrestato il "Teramano"

Forse spacciava la stessa eroina che nell'ultima settimana ha mandato in overdose 4 persone in meno di 24 ore. Proprio ieri sera il quinto caso, quando la Croce Gialla ha salvato un altro tossicopidente

Arrestato il "Teramano". Lo chiamano così nell'ambiente dello spaccio anconetano per le sue origini abruzzesi. Per i Carabinieri l'uomo, V. S. di 50 anni, era tra quelli che in questo periodo stavano smerciando eorina. Forse la stessa che nell'ultima settimana ha mandato in overdose 4 persone in meno di 24 ore. Proprio ieri sera il quinto caso, quando la Croce Gialla ha salvato un altro tossicopidente dal baratro dopo che si era initatto una dose nei pressi di corso Garibaldi, non lontano da via Buoncompagno dove, pocho giorni fa, alcuni residenti avevano segnalato proprio ad AnconaToday la presenza in strada di diverse siringhe abbandonate.

Siringhe in via Buoncompagno-2Fatto sta che nel pomeriggio di venerdì i militari della Tenenza Carabinieri di Falconara hanno arrestato l'abruzzese per spaccio di stupefacenti. L'arresto è giunto al termine di un'articolata attività d'indagine che impegnava gli investigatori da diverse settimane. Il presunto pusher era già stato arrestato per spaccio di eroina due volte, nel corso dell'estate. Episodi di piccolo spaccio che l'uomo aveva descritto ai giudici come occasionali, tanto da riguadagnare velocemente la libertà. Ma i militari sapevano che non era così e hanno continuato a monitorarlo, ricostruendo la sua ramificata rete di contatti nonchè i luoghi dove lo spacciatore era solito incontrare i clienti. Su tutti casa sua. Alla fine venerdi è scattato il blitz. I militari hanno bloccato l'uomo mentre raggiungeva un cliente in un noto bar di corso Garibaldi. Gli stava per cedere una dose di droga mentre il cliente stringeva 200 euro in mano. Bloccati. L'immediata perquisizione del domicilio del "Teramano" si è conclusa col recupero di poco meno di 30 grammi di eroina già suddivisa in dosi. Oltre allo stupefacente è stato trovato materiale per il confezionamento delle dosi quali ritagli plastici, sostanza da taglio ed altro nonchè circa 1.000 euro in contanti provento dell'attività di spaccio. Per il "teramano" scattavano nuovamente le manette. Attenderà nelle camere di sicurezza della Tenenza le decisioni dell'autorità giudiziaria dorica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento