rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Bloccate nel sottopasso allagato, il Comune paga i danni a madre e figlia del salvataggio choc

Le due donne, di 58 e 87 anni, erano rimaste prigioniere in via Caduti del Lavoro dopo il nubifragio del 14 giugno del 2018. A salvarle erano state i poliziotti che si erano tuffati vedendo l’auto inabissarsi

ANCONA - Rimasero prigioniere nella loro auto, nel sottopasso di via Caduti del Lavoro, tra la Baraccola e il quartiere del Q2. Minuti interminabili per madre e figlia, 58 anni una e 87 anni l’altra. Dopo cinque anni e con una richiesta in via bonaria all’ente però fallita le due donne hanno visto ora il Comune pagare i danni, sia materiali che psicologici: a loro sono andati quasi 7mila euro. Per averli hanno dovuto portato il Comune in tribunale. Una causa civile, in cui chiedevano un risarcimento di 9mila euro, a cui Palazzo del Popolo, dopo le prime udienze, si è arreso accettando una proposta conciliatoria avanzata dal giudice per fare così estinguere la causa. Il Comune, difeso dall’avvocato Piero Novelli, ha deciso di pagare. Madre e figlia erano assistite dall’avvocato Marco Micucci. La causa era in corso alla sezione civile del secondo piano di Palazzo di Giustizia si è chiusa nei giorni scorsi. Dei 7 mila euro una buona parte sono stati pagati per i danni all’auto, una Citroen Picasso che rimase danneggiata dall’acqua e quindi fu fatta demolire. Il resto per i danni morali subiti dalla donna che era alla guida, la più giovane, e che ancora oggi si porta dietro le conseguenze di quello choc. In tribunale erano stati sentiti l’assessore Paolo Manarini e Anconambiente che ha la gestione del semaforo che non avrebbe funzionato quel giorno per segnalare il livello pericoloso dell’acqua nel sottopasso. C’era brutto tempo quella mattina, era il 14 giugno del 2018, pioveva a dirotto, un nubifragio si era abbattuto su Ancona. Le due donne si sono trovate a passare di lì e visto che il semaforo lampeggiava e non era rosso hanno proceduto ma sono rimaste intrappolate in quasi due metri di acqua. Furono salvate da una pattuglia di poliziotti che ruppero il vetro della vettura per tirarle fuori. Il salvataggio fu filmato da una famiglia di passaggio e diventò virale. Gli agenti che avevano salvato madre e figlia furono premiati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccate nel sottopasso allagato, il Comune paga i danni a madre e figlia del salvataggio choc

AnconaToday è in caricamento