Salesi: riscontrato sospetto caso di pedofilia su bimba di 9 anni

Le violenze si sarebbero consumate in Toscana: la piccola si è sentita male in classe e i genitori hanno deciso di portarla ad Ancona. La madre perde il controllo durante la visita medica, interviene la polizia

Nella foto: l'ospedale pediatrico Salesi di Ancona

Sospetto caso di violenza sesuale su minori riscontrato nel corso di una visita medica all’ospedale pediatrico Salesi di Ancona: la vicenda, riportata dal Messaggero, ha contorni poco chiari, da cui l’esigenza di procedere con ogni cautela. Innanzitutto i fatti si sarebbero svolti in Toscana: martedì mattina un’alunna albanese di 9 anni si è sentita male a scuola e i genitori hanno deciso di non ricorrere ad un ospedale del luogo, bensì di portare la figlia al presidio ospedaliero anconetano, a quanto pare richiamati dalla fama della struttura medica.

Madre e figlia – quest’ultima in preda ad un pianto disperato – hanno fatto il loro ingresso in ambulatorio attorno alle 10. Nel corso della visita i medici del Salesi hanno riscontrato segni compatibili con la violenza sessuale e hanno rivolto numerose domande alla madre: volevano sapere dove era stata la bimba nelle ultime ore, con chi, e se i genitori non si fossero accorti di nulla.
A quanto si apprende la madre non è riuscita a fornire risposte coerenti, e quando i medici hanno rivelato i loro sospetti la donna ha perso la testa: ha cominciato a gridare, a cercare di rivestire la figlia e a manifestare la volontà di riportarla a casa. La donna ha chiamato subito il marito, cui è stato impedito dai medici l’ingresso al Pronto Soccorso mentre nel frattempo venivano allertate le forze dell’ordine.
La tensione ha continuato a salire, mentre la madre ribadiva più volte che se qualcosa era successo doveva essere successo a scuola.

Sul posto sono giunte quattro pattuglie ed è subito scattata la macchina operativa per casi di questo genere: la famiglia è seguita dai servizi sociali e le psicologhe del presidio ospedaliero stanno seguendo la piccola, che sarà sentita nelle prossime ore, cercando di evitarle ulteriori traumi. Le indagini sono coordinate dal capo della Squadra Mobile Giorgio di Munno: in Toscana sono state interrogate le persone della scuola elementare frequentata dalla piccola, mentre il padre è stato sentito ieri sera per molte ore dai poliziotti. Fino a ieri sera, riporta il quotidiano, non risultavano persone indagate.  
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento