In casa non c'è, il sorvegliato speciale era andato al mare: arrestato sotto l'ombrellone

Il 29enne aveva l'obbligo di restare nella propria abitazione dalle 22 alle 7 del mattino: i carabinieri l'hanno trovato in spiaggia

Foto di repertorio

Il sorvegliato speciale invece di starsene in casa, era andato a prendere il sole al mare. Per questo il 29enne tunisino è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Osimo. I militari del Radiomobile ieri pomeriggio sono andati a verificare che fosse in casa, nell’ambito dei controlli delle persone sottoposte a prescrizioni specifiche, ma l’uomo, colpito anche da un obbligo di soggiorno nel Comune di Osimo, nell’abitazione non c’era e mancava sin dalla notte precedente.

Il 29enne, sottoposto alla misura speciale dall’11 luglio scorso per la durata di 3 anni, con l’obbligo di permanere in casa dalle 22 alle 7,  è stato rintracciato nei pressi di uno stabilimento balneare di Numana. Qui è stato ammanettato. L’arresto è stato convalidato dal giudice che ha confermato la misura di sorveglianza speciale,  rimettendolo in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento