Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Quartiere Adriatico

Quartiere Adriatico: ecco i “sorveglianti della differenziata”

Al lavoro un nuovo team di addetti alla sorveglianza della raccolta differenziata, può segnalare inadempienze agli ispettori. Ingombranti: aumentano gli abbandoni

Sono operativi a partire da giovedì mattina sedici addetti alla sorveglianza delle batterie di contenitori della  raccolta differenziata.  
Il gruppo, composto da persone proposte dai Servizi sociali, è composto in maniera tale da rappresentare equamente uomini e donne, italiani e stranieri.
Gli  addetti sono presenti a turno in tre fasce orarie: dalle 7 alle 9:30, dalle 12:30 alle 15 e dalle 17 alle 19:30, e sono tenuti a dare informazioni circa il corretto conferimento dei rifiuti stazionando accanto a 6 batterie che si trovano nel quartiere Adriatico (piazza Don Minzoni, Via Filzi, Via Battisti, Via Rismondo, Via Bianchi).  

Ad accompagnarli nei loro sopralluoghi , questa mattina,  personale di Anconambiente e la presidente della prima Circoscrizione, Susanna Dini.    
Ogni membro del team è stato formato adeguatamente e dotato di cartellino di riconoscimento, mappa e depliant informativo. Nel presidiare le batterie, gli addetti controllano eventualmente il contenuto di sacchi particolarmente voluminosi o di natura sospetta, e in caso di necessità avvisano gli ispettori ambientali.
 Il servizio sarà attivo fino al 30 dicembre.  

tv rifiuti-2DIGITALE TERRESTRE E GOMME TERMICHE. In vista del passaggio al digitale terrestre, molti cittadini si stanno liberando dei vecchi televisori a tubo catodico, lasciandoli abbandonati vicino ai contenitori della differenziata.  
Tale fenomeno si sta riscontrando in particolare in piazza d’Armi e nell’area di Piano San Lazzaro ma anche nel quartiere Adriatico.  
Un completamento deplorevole, segnalato in questi giorni dal Comune e da Anconambiente, è l’abbandono di pneumatici sui marciapiedi, da parte di chi di si è dotato di gomme termiche e non intende riutilizzare le vecchie gomme ormai consumate.  
A tal  proposito si fa presente che esiste un servizio di ritiro gratuito degli ingombranti-  di qualsiasi natura-  telefonando al n. verde 800.680.800 o inviando un sms al n. 340.9931825 specificando nel testo la richiesta.  
In alternativa si possono consegnare direttamente al CentrAmbiente negli orari di apertura: dal lunedì al sabato con orario 8,30-12 e 14-17,30.
Il ritiro è gratuito se avviene al piano stradale, mentre è invece a pagamento (80 euro/ora) all’interno delle abitazioni.

Per i RAA (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) valgono le stesse regola ma si ricorda che dal 2010 è in vigore un decreto ministeriale che introduce il cosiddetto “uno contro uno” : si tratte di nuove regole sullo smaltimento dei rifiuti elettronici che obbligano i negozianti a ritirare direttamente al domicilio dei clienti i vecchi apparecchi al momento dell’acquisto di un nuovo elettrodomestico.

Nell'ambito della settimana europe dei rifiuti molti comuni della provincia hanno messo in campo iniziative di sensibilizzazione: il comune di Falconara, ad esempio, ha allestito un centro di raccolta in pieno centro per favorire i cittadini che hanno difficoltà a conferire fuori città.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere Adriatico: ecco i “sorveglianti della differenziata”

AnconaToday è in caricamento