Cronaca Falconara Marittima

Soccorso in spiaggia, la Regione taglia il servizio: la Croce Gialla lo farà comunque

L'Asur ha attivato il servizio solo a Gabicce e tra Sirolo e Numana. Paccone: «Decisione difficile e impegnativa ma ci saremo ma i nostri quad ci saranno»

La Regione non conferma il servizio di soccorso in spiaggia, la Croce Gialla di Falconara ci sarà anche senza il rimborso dell'Asur Marche. L'estate tra la spiaggia di Ancona e quella di Falconara resterà sicura con le consuete due postazioni: un quad a Palombina Nuova, "Da Romano", e al posto del secondo quad, un'ambulanza che però partirà dalla sede. Si tratta di una seconda partenza rispetto a quella già presente. Il tutto solo grazie agli sforzi dell'Anpas falconarese. «L’attivazione di tali postazioni e lo svolgimento delle attività ad esse connesse è stata da sempre resa possibile grazie ai cofinanziamenti da parte dei comuni di Ancona e Falconara e, soprattutto, dell’Asur Marche. Quest’anno, non potendo beneficiare del cofinanziamento Asur (a fronte di una delibera regionale che prevede il finanziamento di sole due postazioni estive su tutto il territorio regionale), ci siamo trovati di fronte a una scelta difficile e impegnativa; ciononostante, il Consiglio di Amministrazione dell’associazione ha deciso di procedere comunque all’attivazione delle due postazioni estive, per continuare a garantire un servizio reso da anni alla collettività falconarese e anconetana, in linea con gli indirizzi della nostra mission statutaria» spiega il presidente Domenico Paccone.

La Regione quest'anno ha infatti scelto di istituire una postazione potes per Numana e Sirolo. Tagliando fuori il capoluogo dorico dal servizio. «Entrambe le postazioni (quad e seconda ambulanza) saranno attive dal 01 luglio al 31 agosto, dalle 10 alle 18, sempre sotto stretto coordinamento della Centrale Operativa 118 – conferma Paccone - La Croce Gialla, in definitiva, continuerà a garantire il servizio di soccorso estivo, facendosi onere e carico di buona parte dell’impegno economico necessario, con l’auspicio che per gli anni a venire vi possa essere un maggior coinvolgimento (proattivo e fattivo) da parte dell'amministrazioni comunale, laddove permanessero i mancati finanziamenti regionali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soccorso in spiaggia, la Regione taglia il servizio: la Croce Gialla lo farà comunque

AnconaToday è in caricamento