Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

Così è scattato l’allarme alla centrale operativa dei carabinieri

Foto di repertorio

Si è alzato dal letto dove dormiva con la moglie, manda un sms di addio agli amici e poi va al Passetto per buttarsi di sotto. Tragedia sfiorata ieri notte quando un 36enne anconetano, in preda alla disperazione per questioni familiari, ha deciso di farla finita. Era passata la mezzanotte quando si è alzato dal letto, è uscito di casa e ha mandato 2 sms ad altrettanti amici: “Grazie per la vostra bella amicizia, ma la mia vita non ha più senso, scusate per quello che sto per fare”. 

Così è scattato l’allarme alla centrale operativa dei carabinieri. Immediatamente una pattuglia dei carabinieri della stazione di Collemarino si è messa alla ricerca dell’uomo che, nel frattempo, aveva spento il cellulare. Insieme agli amici, i militari dorici, hanno tentato di rintracciarlo battendo a tappeto tutta la città. Dopo circa 2 ore, quando ormai la speranza sembrava ridotta al lumicino, i tanti messaggi inviati al numero Whatsapp del 36enne da parte degli amici, hanno registrato la così detta “spunta blu”, segno che il telefono era stato riacceso. Così gli amici hanno chiamato l’aspirante suicida che, nel momento di profondo sconforto, ha parlato di un monumento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediato il collegamento da parte dei militari che, in pochi minuti, dalla zona nord della città, si sono precipitati a tutta velocità al Passetto. Lì dove lo hanno trovato in piedi, sul ballatoio in marmo alla fine della prima scalinata ai piedi del monumento ai caduti. Sotto di lui un vuoto di diversi metri. Mentre il 36enne era ancora al cellulare con un amico, è stato afferrato da un carabiniere anconetano, che lo ha “strappato” alla possibile morte. Ora l’uomo si trova ricoverato al reparto di Psichiatria dell’ospedale di Torrette, sotto stretto controllo medico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento