Sms all'allenatore, "fai vincere gli avversari": indaga la Procura sportiva

Il fatto sarebbe avvenuto in occasione di una delle ultime partite dilettantistiche del campionato marchigiano della stagione scorsa. Sotto la lente della giustizia sportiva un allenatore e un ex dirigente

Il Tribunale federale sportivo

L'ombra della combine sulla gara di un campionato di calcio dilettanti a livello regionale. Lavoro per la Procura Federale Sportiva che indaga sulla vicenda nata da un sms galeotto inviato prima dell'ultima giornata di campionato marchigiano. Al momento sono tre le persone deferite dalla giustizia sportiva e sulle quali dovrà pronunciarsi il Tribunale Federale Territoriale. L'episodio risale alla metà di aprile scorso. In calendario c'era lo scontro tra due squadre dell'anconetano. La "squadra A" (omettiamo il nome per tutelare eventuali coinvolti che potrebbero risultare estranei ai fatti) gioca in casa ed è già salva da tempo e non ha più nulla da chiedere al campionato. La "squadra B" ha invece assoluto bisogno di tre punti per mettersi al riparo dalla zona playout.

Qualche giorno prima del match, all'allenatore della squadra A sarebbe arrivato un sms. A mandarlo sarebbe stato un ex dirigente della sua società che chiede, senza tanti giri di parole, di agevolare gli avversari per farli salvare. Il mister va su tutte le furie. Già in rotta da tempo con la dirigenza, decide di non andare in panchina per quella gara dal risultato condizionato. Tutto già scritto insomma: la squadra B vince in trasferta e si salva. Tuttavia l'allenatore non ha denunciato subito l'accaduto e per questo è stato a sua volta deferito insieme all'ex dirigente e al presidente della squadra A. Tutti e tre ascoltati in fase di istruttoria insieme al capitano della squadra A. Va detto che in tutta la vicenda non emergono questione economiche o scambi di denaro. Il biscotto sarebbe stato motivato semplicemente dai rapporti amicali tra le due squadre. D'altra parte l'sms incriminato è partito da un soggetto che da qualche mese non ricopriva più ruoli all'interno della società. La sentenza è attesa a giorni. I deferiti rischiano squalifiche e sanzioni pecuniarie salate. Le stesse squadre potrebbero avere una decurtazione di punti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento