Smog Ancona, sforati i livelli consentiti di Pm10 tra il 7 e l'11 novembre

Le centraline fisse dell'Arpam hanno infatti rilevato per cinque giorni consecutivi, dal 7 all'11 novembre, il superamento del limite consentito di Pm10

Foto di repertorio

Allarme polveri sottili Ancona. Le centraline fisse dell'Arpam hanno infatti rilevato per cinque giorni consecutivi, dal 7 all'11 novembre, il superamento del limite consentito di Pm10 (50 microgrammi per metro cubo d'aria analizzata). Ieri in particolare i superamenti rilevati sono stati cinque in provincia di Ancona: Ancona Cittadella, Chiaravalle/2, Falconara Alta, Jesi e Ancona stazione.

Il resto delle Marche

Due sforamenti ad Ascoli Piceno (Ascoli Piceno Monticelli e San Benedetto del Tronto) ed uno a Pesaro Urbino (Fano via Montegrappa). Una situazione che, secondo l'Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche, e' dovuta al clima. Da qualche giorno, infatti, nelle Marche, in particolare nella zona di Ancona, si é instaurato un regime metereologico critico per la diluizione dell'inquinamento atmosferico, caratterizzato da velocità del vento quasi nulla, alto tenore di umidità e nebbia. “Arpam- si legge nella nota- é in sollecito contatto con le autorità locali interessate, per informazione e supporto in merito ai provvedimenti del caso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento