Cronaca

Smaltisce rifiuti edili in un'area tutelata: denunciato il proprietario di un capannone

Il titolare stava smaltendo illegalmente i rifiuti in area tutelata paesaggisticamente adiacente al Fiume Cesano. Sono intervenuti i carabinieri forestali di Arcevia

Sequestro dei rifiuti

Caricava i rifiuti edili depositati in un capannone per poi sversarli illegalmente in un'area agricola, tutelata paesaggisticamente, sulle sponde del fiume Cesano. Denunciato per smaltimento illecito di rifiuti e violazione del codice dei beni paesaggistici il titolare della struttura, che si trova nell'area de I Gelsi, dai carabinieri Forestali della stazione di Arcevia. IMMOBILE SEQUESTRATO-2

I militari hanno eseguito i controlli dopo aver ricevuto notizie dai carabinieri di San Lorenzo in Campo e hanno scoperto l’esistenza di un capannone industriale colmo di rifiuti edili. Così le forze dell'ordine sono intervenute sul posto e hanno scopertodove finivano gli scarti seguendo le tracce dei mezzi che spostavano i rifiuti. 

Il responsabile è stato denunciato per i reati di smaltimento illecito di rifiuti e violazione del codice dei beni paesaggistici che prevedono pene che vanno dall’arresto fino a  un anno e ammende fino a 26mila euro e i capannone è stato sequestrato con i detriti all'interno (mille metri cubi). Le attività investigative proseguirano anche nei prossimi giorni mentre verranno eseguite le caratterizzazioni dei rifiuti, con l’ausilio dell’Arpam di Ancona, per stabilirne l’eventuale grado di pericolosità. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smaltisce rifiuti edili in un'area tutelata: denunciato il proprietario di un capannone

AnconaToday è in caricamento