Sisma in Lunigiana: operativo il campo di accoglienza, 80 volontari dalle Marche

Oltre alle tende per il ricovero delle persone, nel campo sono in funzione una segreteria per il coordinamento delle attività, cinque moduli bagno e una tensostruttura adibita a mensa

Il campo di accoglienza allestito dalla Protezione civile delle Marche con tende, gruppi elettrogeni e cucina da campo è diventato operativo a Casola (Massa Carrara), uno dei comuni colpiti dal terremoto della Lunigiana.

Vi lavorano 80 volontari giunti dalle Marche, che hanno accolto i senza tetto. Oltre alle tende per il ricovero delle persone, nel campo sono in funzione una segreteria per il coordinamento delle attività, cinque moduli bagno, di cui uno per diversamente abili e una tensostruttura adibita a mensa. 

Soddisfatto per "l'efficiente gestione dell'emergenza" il direttore della Protezione civile delle Marche, Roberto Oreficini, che ha visitato il campo insieme al commissario prefettizio Roberta Carpanese e al responsabile delle attività logistiche della Protezione civile nazionale Marco Agnoloni.

(fonte: ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento