Il sindaco Mangialardi a San Pietroburgo per illustrare il progetto Senigallia Città

Un rapporto fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, e in particolare dal sindaco Maurizio Mangialardi, anche perché foriero di interessanti sviluppi per quanto concerne i settori del turismo e della cultura

SENIGALLIA – È un legame sempre più stretto quello che unisce Senigallia alla Russia. Un rapporto fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, e in particolare dal sindaco Maurizio Mangialardi, anche perché foriero di interessanti sviluppi per quanto concerne i settori del turismo e della cultura.

Proprio in questi giorni, su invito del ministero della Cultura della Federazione russa, Mangialardi è volato a San Pietroburgo per prendere parte ai lavori di un Forum organizzato dallo stesso ministero su vari temi culturali e per presentare il progetto Senigallia Città della Fotografia. 
“È un’iniziativa – spiega Mangialardi – che segue il festival “Giorni di San Pietroburgo in Italia”, svoltosi anche a Senigallia e in altre città delle Marche a ottobre, durante il quale abbiamo avviato relazioni che riteniamo molto interessanti per il futuro del nostro territorio. In tal senso, possiamo dire che quella di Senigallia è stata una delle prime amministrazioni a comprendere l’importanza degli scambi culturali con la Federazione russa e a tessere rapporti con le sue istituzioni culturali. In questo ambito rientrano eventi rilevanti come la mostra “Mario Giacomelli. La poetica del paesaggio”, allestita un anno fa nella autorevole sede del MAMM di Mosca, la bella personale del pittore Igor Ladojanine, ospitata nella scorsa primavera alla Rocca Roveresca, e ovviamente la prestigiosa mostra fotografica “Revolution in photography” di Aleksandr Rodčenkom, tutt’ora in corso a Palazzetto Baviera, realizzata in collaborazione con il MAMM e con l’Istituto italiano di cultura di Mosca”.

“Non è dunque un caso – prosegue il sindaco – che anche in contesti autorevoli come questo di San Pietroburgo, Senigallia Città della Fotografia, brand culturale che si va velocemente imponendo a livello internazionale, susciti notevole interesse e renda la nostra città e le stesse Marche degli hub nazionali capaci di sviluppare nuove sinergie con i più famosi poli museali del mondo. Un sentito ringraziamento va all'avvocato Marco Ginesi, che in qualità di console onorario della Federazione Russa di Ancona, svolge una efficace e meritoria opera finalizzata alla crescita delle relazioni tra i due Paesi, e al segretario del consolato Renato Barchiesi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento