rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

La sim del cellulare non funziona: caos nel negozio di telefonia. Minaccia il titolare e arriva la polizia

Da una lamentela alle minacce il passo è stato breve. Il motivo: la scheda sim del cellulare ha avuto problemi con l’attivazione. L’operatore del negozio di telefonia, impaurito dall’atteggiamento del cliente, si è visto costretto ad allertare le forze dell’ordine

ANCONA - Ecco come un normale giorno di lavoro si è trasformato in un incubo per il responsabile di un negozio di telefonia di un centro commerciale. Ieri mattina (15 febbraio) si è presentato un uomo accompagnato dalla fidanzata e un cane di grossa taglia lamentando un danno nell’attivazione della scheda sim del suo cellulare. Ma dalle semplici lamentele si è passati subito agli insulti e alle minacce. Tanto che il gestore del negozio, impaurito dall’atteggiamento particolarmente aggressivo del cliente, si visto costretto ad allertare le forze dell’ordine lasciando una descrizione particolareggiata dell’individuo che nel frattempo si era allontanato.

Sul posto è sopraggiunta una pattuglia della polizia che, grazie all’identikit fornito, ha riconosciuto il soggetto che si aggirava ancora all’interno del centro commerciale. Con non poche difficoltà, e dopo numerose richieste di fornire i documenti, l’uomo è stato identificato: si trattava di un 35enne con a carico numerosi reati contro il patrimonio e diverse inottemperanze dei fogli di via, nonché una nota di rintraccio per la notifica di un provvedimento. Alle richieste di chiarimento da parte degli agenti di polizia l’uomo ha riferito di aver avuto un diverbio all’interno del negozio a causa della mancata professionalità degli operatori. In sostanza, avrebbero causato la mancata attivazione di due schede sim, impedendo a lui e alla compagna di esercitare le proprie attività lavorative. Ma nel fornire la sua versione dei fatti, il 35enne ha manifestato un atteggiamento minaccioso anche nei confronti dei poliziotti che, a quel punto, hanno provveduto ad accompagnarlo negli uffici della Questura per procedere con la notifica di rintraccio, invitando il titolare del negozio a sporgere denuncia, anche in merito al danneggiamento di un cartello pubblicitario in metallo posto all’interno dell’esercizio commerciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sim del cellulare non funziona: caos nel negozio di telefonia. Minaccia il titolare e arriva la polizia

AnconaToday è in caricamento