Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Lavorare in sicurezza, Orientamarche arriva a Jesi: premiate 4 imprese

«L’obiettivo principale di Orientamarche è che ogni ragazzo si senta accompagnato e sorretto in una scelta che deve partire dalla realtà che lo circonda con una forte motivazione, al di là delle scelte degli amici, di quello che va di moda»

Orientamarche a Jesi

JESI - Far crescere lavoratori attenti e consapevoli nei confronti della sicurezza con azioni di informazione e formazione  in grado di creare una vera e propria “cultura della prevenzione” . Questo lo scopo del quinto incontro di Orientamarche, l’iniziativa  capillare sul territorio fortemente voluta dall’assessore all’Istruzione, alla formazione e al lavoro Loretta Bravi per informare i giovani marchigiani su un’offerta formativa regionale ampia e completa in grado di accompagnare i ragazzi dalle scuole medie  attraverso le superiori fino ad un corso di formazione professionale o ad un percorso universitario. L’incontro, intitolato “Lavorare in sicurezza”, si è svolto ieri nella sala Auditorium dell’Hotel Federico II di Jesi. Presenti circa 160 studenti da quattro scuole jesine (tre istituti superiori, Cuppari-Salvati, Galileo Galilei, Marconi Pieralisi e un liceo, il Vittorio Emanuele II). 

Assente l’assessore Bravi per una indisposizione, è intervenuta al suo posto l’assessora alle Attività Produttive Manuela Bora: “L’obiettivo  principale di Orientamarche – ha detto -  è che ogni ragazzo si senta accompagnato e sorretto in una scelta che deve partire dalla realtà che lo circonda con una forte motivazione, al di là delle scelte degli amici, di quello che va di moda. E’ importante scegliere ciò che può aiutare ad esprimersi.  Su questo la Regione Marche ha lavorato sia  nel settore della Meccatronica che dell’Agroalimentare,  ma anche con percorsi di Musica come ad esempio il Bando per Borse di studio a 15 studenti presso il CET di Mogol.  Un ringraziamento ai Maestri del Lavoro che sono degli ottimi collaboratori con i quali abbiamo lavorato in diverse scuole; hanno la capacità di incontrare i ragazzi, aprire un dialogo, portare la loro esperienza e al contempo incrociare le loro richieste. Invito i giovani ad informarsi sulle opportunità della Regione: sono a portata di mano e c’è un percorso di accompagnamento che oggi è più che mai utile. L’importante è non dividere il sapere dal fare e quindi non dividere il mondo della Scuola dal mondo del Lavoro. L’investimento della Regione è importante, ma più importante è riuscire ad avvicinare questi due mondi.

Nel corso della mattinata sono intervenuti anche Luciano Orlandini, console regionale Marche Maestri del Lavoro, associazione partner dell’evento, da tempo impegnata nell’ambito della sicurezza sul lavoro nelle scuole e  Fabio Filippetti, dirigente regionale ARS alla Prevenzione e Promozione della Salute.  Sono seguiti la proiezione di due filmati sulla sicurezza e l’intervento di Fabrizio Pierdicca, coordinatore regionale della Commissione Scuola-Lavoro, anche lui parte dell’associazione Maestri del Lavoro d’Italia. Si è svolta quindi la premiazione di quattro imprese vincitrici del premio “Sicurezza sul lavoro 2019” indetto dalla Federazione Regionale Maestri del Lavoro d’Italia. Le aziende Ennegi@ S.r.l. di Pesaro, CNH Industrial Italia S.p.A. di Jesi, Bieffe S.r.l. di Recanati e S.T.A. 2000 S.r.l. di Castelplanio, risultate all’avanguardia per la prevenzione e la sicurezza sui luoghi di lavoro, forniranno una breve testimonianza ai giovani studenti sulla loro specifica attenzione nei confronti della sicurezza.

A conclusione dell’evento,  dirigenti e funzionari dell’assessorato all’Istruzione, Formazione, Lavoro della Regione Marche hanno informato gli studenti sulle opportunità e servizi offerti per orientarsi nei percorsi di formazione e di inserimento lavorativo, anche in ambito europeo. OrientaMarche è un percorso di orientamento pensato e finanziato dalla Regione Marche nell’ambito del POR FSE 2014-2020 e rivolto agli studenti delle scuole superiori di tutto il territorio regionale. Incontri precedenti sono stati dedicati a “bullismo e dispersione scolastica”, alla “persona come risorsa per l’innovazione”, alla “alleanza fra scuola e azienda”, e a “imprenditorialità e soft skills”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavorare in sicurezza, Orientamarche arriva a Jesi: premiate 4 imprese

AnconaToday è in caricamento