rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

Videosorveglianza e sicurezza, il capoluogo diventa “osservato” speciale

Oltre 275 le telecamere di sorveglianza installate in tutto il centro città per contrastare risse e microcriminalità

Ancona contro risse, danneggiamenti e microcriminalità. La politica intrapresa dalle istituzioni cittadini, votata al ripristino di una sicurezza troppo spessa messa a rischio dai vari episodi di cronaca che si sono susseguiti, passa inevitabilmente per l’azione delle videocamere di sorveglianza. In questo senso l’assessore Stefano Foresi ha fatto il punto della situazione, annunciando un nuovo incremento in materia.

Allo stato attuale ci sono 183 dispositivi già disseminati sul territorio (centro storico, ma non solo) a cui se ne aggiungeranno ulteriori 92 per un totale di 275. A questo ovviamente, vanno aggiunte e considerate le varie telecamere di sorveglianza disposte nei punti strategici della città. In sostanza un capoluogo “osservato” speciale in particolare in centro nelle zone di piazza Cavour, i corsi Stamira, Garibaldi e Mazzini e la zona Guasco. Sempre la videosorveglianza sarà utile – per analizzare un caso degli ultimi giorni – per dare un nome e un volto ai malintenzionati che hanno imbrattato il Monumento ai Caduti deturpando così uno dei simboli storici della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videosorveglianza e sicurezza, il capoluogo diventa “osservato” speciale

AnconaToday è in caricamento