Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Sesso in barca in pubblico, scoperto minaccia di far saltare il porto

Sorpreso dai carabinieri a fare sesso all'interno di una barca (non sua) con una prostituta 25enne nigeriana, prima aggredisce un militare e poi minaccia di far saltare in aria col tritolo il porto di Senigallia

Sorpreso dai carabinieri a fare sesso all'interno di una barca (non sua) con una prostituta 25enne nigeriana, prima aggredisce un militare e poi minaccia di far saltare in aria col tritolo il porto di Senigallia.
Questa bizzarra storia è accaduta nella città della spiaggia di velluto venerdì pomeriggio: i carabinieri della locale stazione stavano svolgendo un servizio per la repressione delle attività di prostituzione quando, all'interno del porto, un capannello di persone - fra cui alcuni adolescenti, che erano lì per un corso di vela - attirò l'attenzione dei militari. La folla stava osservando l'interno di una barca ormeggiata, nel quale un uomo stava facendo sesso con una ragazza di colore.

Un ispettore di servizio del Nucleo Operativo Radiomobile si è subito avvicinato per intimare alla coppia di rivestirsi e procedere all'identificazione, ma l'uomo nella barca prima ha minacciato il militare, poi lo ha spintonato violentemente e si è dato alla fuga, durata però solo poche centinaia di metri. Una volta acciuffato ha cambiato tattica e ha cominciato a minacciare di far saltare in aria tutto il porto di Senigallia, grazie a un ingente quantitativo di tritolo di cui sarebbe stato in possesso.

I militari non si sono fatti intimidire e hanno arrestato e identificato cliente e prostituta, riconosciuti per:
 D. N., nato ad Altamura (BA), classe 1986, residente in provincia di Forlì Cesena, domiciliato a Montemarciano (AN), frazione Marina, pluripregiudicato, celibe, nullafacente, deferendolo anche all’autorità giudiziaria per atti osceni in luogo pubblico e violazione di domicilio (la barca infatti come si è detto non era sua, ma era in porto per lavori di manutenzione) unitamente a F. G., classe 1987, prostituta.
Gli uomini dell'arma hanno anche perquisito l'appartamento dell'uomo, senza ovviamente trovare traccia dell'esplosivo.
I carabinieri hanno anche richiesto al Questore di Ancona l’emissione del provvedimento amministrativo del Foglio di Via Obbligatorio per tre anni dal Comune di Senigallia nei confronti di entrambi.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso in barca in pubblico, scoperto minaccia di far saltare il porto

AnconaToday è in caricamento