Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Porto

Porto: sigarette di contrabbando nascoste nel pesce fresco

Le bionde, ben 7 tonnellate, erano all'interno di un TIR proveniente dalla Grecia, nascoste da un carico di copertura costituito da 1700 kg di orate, che sono poi state devolute ad enti caritatevoli

I Finanzieri del Comando Provinciale di Ancona, in collaborazione con i funzionari della locale Agenzia delle Dogane, hanno rinvenuto e sequestrato circa 7 tonnellate di sigarette di contrabbando: le bionde erano all’interno di un TIR proveniente dalla Grecia, nascoste da un carico di copertura costituito da casse di pesce fresco.

Le sigarette, con i marchi del tutto nuovi “Sila” e “Glory”, avrebbero avuto un valore commerciale pari a circa un milione e mezzo di euro, compresi i diritti doganali evasi per circa un milione e 300mila euro.
Come emerso dai documenti di trasporto, i tabacchi erano diretti al mercato spagnolo.

tle_pesce_3-2Il conducente dell’autoarticolato, un cittadino greco, è stato associato al complesso penitenziario di Montacuto e dovrà rispondere del reato di contrabbando aggravato.
Su autorizzazione della locale Autorità Giudiziaria, il considerevole carico di copertura, costituito da circa 1.700 kg di orate, è stato devoluto a numerosi enti assistenziali operanti nel capoluogo marchigiano.  

Con questa operazione salgono a circa 60 tonnellate i tabacchi lavorati esteri sequestrati dalle Fiamme Gialle nel porto dorico nei primi nove mesi del 2012.
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto: sigarette di contrabbando nascoste nel pesce fresco

AnconaToday è in caricamento