Salute: sequestrate sigarette elettroniche ad Ancona e Senigallia

I prodotti - 488 pezzi fra sigarette e accessori - erano privi dei dati identificativi del produttore e dell'importatore, nonché di indicazioni in lingua italiana sulle caratteristiche dei materiali utilizzati

I Finanzieri del Comando Provinciale di Ancona, nell’ambito di una serie controlli sulla sicurezza dei prodotti per la tutela del consumatore, hanno sequestrato 448  fra sigarette elettroniche e relativi accessori risultati privi dei dati identificativi del produttore e dell'importatore, nonché di indicazioni in lingua italiana sulle caratteristiche dei materiali utilizzati.

La merce è stata individuata all’interno di due esercizi commerciali di Ancona e Senigallia.

“L'immissione in commercio di prodotti non conformi agli standard di sicurezza” ricordano le Fiamme Gialle  “può costituire un pericolo per la salute del consumatore finale, specie in settori come questo nel quale si propongono strumenti alternativi alle forme di dipendenza dal fumo. Fenomeno che, come noto, sta prendendo piede anche con vendite in franchising di questi particolari prodotti”.

I titolari delle attività rischiano ora una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 25.823 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento