Cronaca Porto

Porto: sequestrate oltre 4mila confezioni di profumi "tarocchi"

Nel mezzo, privo di conducente, era stipata merce disomogenea diretta a diversi destinatari del Nord Italia e della Spagna: solo il meticoloso riscontro con i vari documenti ha permesso a militari e funzionari di individuare i tre bancali

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ancona e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane in servizio al porto dorico hanno individuato e sequestrato 4.032 confezioni di profumi contraffatti delle marche più rinomate, come Armani, Chanel, Dior, Bulgari, D&G, abilmente nascoste all’interno di un tir di immatricolazione bulgara sbarcato da una motonave proveniente dalla Grecia.

Nel mezzo, privo di conducente, era stipata merce disomogenea per qualità e quantità, diretta a diversi destinatari del Nord Italia e della Spagna: solo il meticoloso riscontro fisico della merce operato con i vari documenti ha permesso a militari e funzionari di individuare 3 bancali pieni di profumi che, sebbene tutti “firmati”, erano commercializzati ad un prezzo inferiore ad 1 euro a confezione.

Questo particolare, assieme a tutta una serie di indicatori ha indotto a ritenere che tutti i profumi trasportati, in realtà, non fossero altro che delle mere riproduzioni dei marchi più noti che , se immessi sul mercato , avrebbero fruttato un guadagno illecito di circa 250mila euro .

La contraffazione interessa ormai tutti i settori produttivi ed oltre provocare un grave danno economico al le imprese, spesso mette in pericolo la salute e la sicurezza del consumatore. Proprio nei profumi contraffatti, ad esempio, sono talvolta presenti composti chimici e solventi potenzialmente pericolosi per l’uomo.
Sono tuttora in corso accertamenti tecnici volti a verificare proprio la presenza di tali sostanze all’interno dei “profumi” sequestrati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto: sequestrate oltre 4mila confezioni di profumi "tarocchi"

AnconaToday è in caricamento