Centro sociale sequestrato dalla Municipale

Le attività ludiche e sociali sono state da sempre rivendicate dagli attivisti dell’Asilo Politico che, anche oggi attraverso un lungo comunicato stampa, spiegano le loro ragioni

I sigilli sull'ingresso del centro sociale Asilo Politico

Apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo e occupazione abusiva di edifici. Sono questi i reati contestati dalla sezione giudiziaria della Polizia Municipale di Ancona, che stamattina si è recata alla Baraccola per sequestrare il centro sociale Asilo Politico. I vigili, accompagnati dai tecnici del comune, sono entrati nel locale di via Primo Maggio 126 e hanno posto il locale sotto sigilli nell’ambito di un’indagine della Procura dorica che vede aperto un fascicolo a carico di ignoti. E non è escluso che, in futuro, possano essere contestati altri reati, come ad esempio quello di aver violato il sequestro giudiziario. Già, perché i militanti del centro sociale avevano occupato pacificamente l’immobile, abbandonato nel 2006 dopo un incendio. Ma, prima di essere occupato, quel posto era stato chiuso dai carabinieri per motivi di sicurezza. 

Centro sociale sequestrato, le ragioni del movimento Asilo Politico 

Fatto sta che dopo una serie di segnalazioni, la Polizia Municipale anconetana ha avviato le indagini, scoprendo come nel locale venissero organizzati eventi culturali, feste, concerti, serate con dj, anche dietro pagamento. Dunque le accuse mosse dagli inquirenti sono di aver occupato abusivamente un locale per organizzare feste e serate senza che fossero rispettare le norme in materia di sicurezza. Qualche esempio? Problemi di staticità di alcune parti del locale, le prese corrente in vista e senza adeguate coperture e dubbi per l’assenza di specifiche vie di fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia le attività ludiche e sociali vengono rivendicate dagli attivisti dell’Asilo Politico che, anche oggi attraverso un lungo comunicato stampa, spiegano di “essere consapevoli dei lavori che andavano effettuati, tanto che in 8 anni sono state svolte numerose azioni di manutenzione. Possiamo assicurare che ad ogni evento organizzato è sempre stato presente un servizio d’ordine addetto al controllo per garantire la sicurezza”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento