rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Manufatti d'avorio e zanne di elefante africano, scoperto un vero tesoro illegale di opere d'arte

Le operazioni di sequestro sono state condotte dai Finanzieri della Tenenza di Senigallia, che hanno scoperto il tesoro artistico durante una perquisizione in una residenza privata nella provincia di Vicenza

VICENZA - Nel corso dell'Operazione "Fast & Clean", la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Ancona ha smantellato un'organizzazione criminale composta da soggetti di nazionalità cinese, responsabile di una colossale frode fiscale e del riciclaggio di proventi illeciti. Oltre a beni immobili, denaro contante e depositi bancari, le autorità hanno sequestrato una collezione di opere d'arte di inestimabile valore, inclusi manufatti in avorio.

Le operazioni di sequestro sono state condotte dai Finanzieri della Tenenza di Senigallia, che hanno scoperto il tesoro artistico durante una perquisizione in una residenza privata nella provincia di Vicenza. I militari hanno trovato 80 manufatti in avorio di elefante africano (Loxodonta africana), due zanne grezze di elefante africano e un corno di rinoceronte nero, tutti detenuti illegalmente.

Il sequestro della guardia di finanza | VIDEO

L'attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ancona, ha visto anche l'intervento dei Carabinieri del Nucleo CITES di Vicenza. Questi ultimi hanno eseguito il sequestro preventivo della collezione di avorio, il cui detentore è stato denunciato per violazione della convenzione di Washington. Il valore complessivo dei beni sequestrati ammonta a circa 5 milioni di euro e comprende quadri d’autore, vasi, monete antiche e oggetti in porcellana appartenenti alle antiche dinastie cinesi. Gli oggetti in avorio, oltre a violare le normative CITES, rappresentano una testimonianza del persistente traffico illegale di avorio, ancora diffuso nonostante le rigide regolamentazioni internazionali. L'Unione Europea, nel dicembre 2021, ha ulteriormente inasprito le norme sul commercio di avorio, vietando gli scambi all'interno dell'UE e l'esportazione e importazione per fini commerciali. Nonostante ciò, la domanda asiatica continua a sostenere la caccia di frodo e il traffico di avorio, come evidenziato dal World Wildlife Crime Report del 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manufatti d'avorio e zanne di elefante africano, scoperto un vero tesoro illegale di opere d'arte

AnconaToday è in caricamento