Veranda e pavimentazione abusive, sequestrata parte dello chalet balneare

E' arrivata la Guardia Costiera per effettuare un sequestro preventivo

La parte sotto sequestro

Una serie di abusi edilizi riscontrati dalla Guardia Costiera di Ancona a seguito di un normale controllo demaniale. Così sono scattati i sigilli per alcune parti dello stabilimento balneare Caracas Café di Falconara, dove domani sera era in programma un evento in collaborazione con Radio Arancia. «Non ho parole - ha commentato il titolare del locale Simone Vannini - Probabilmente il sequestro è scattato a seguito di una segnalazione da parte di qualcuno. Adesso vediamo come organizzarci per domani sera e in generale per gli eventi estivi». Già, perché il Caracas è uno dei locali più cool della riviera anconetana e dove settimanalmente vengono organizzati party in spiaggia con musica e divertimenti. 

Ma ieri al Caracas è arrivata la Guardia Costiera per effettuare un sequestro preventivo. Nastri biancorossi intorno alla veranda e alla pavimentazione perché, stando alle accuse degli inquirenti, quella pavimentazione, la veranda e altre piccole coperture non ci sarebbero potute essere per la mancanza delle autorizzazioni necessarie. Dunque non un ampliamento del locale su un suolo che doveva restare libero, bensì un serie di migliorie ma senza chiedere il permesso. Il reato contestato è infatti abusivismo demaniale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento