PolStrada: sequestri e denunce per attività abusive e smaltimento illecito di rifiuti

Operazione della PolStrada su tutto il territorio regionale. I controlli hanno interessato le concessionarie, le autofficine, le carrozzerie e le attività di autodemolizione di tutte le province marchigiane

Operazione della PolStrada su tutto il territorio regionale per il contrasto di fenomeni quali attività abusive e gestione irregolare dei rifiuti. I controlli hanno interessato le concessionarie, le autofficine, le carrozzerie e le attività di autodemolizione di tutte le province marchigiane.

La squadra di polizia giudiziaria ha individuato nell’hinterland anconetano un’attività di commercio di veicoli usati gestita da cittadini albanesi, completamente abusiva, provvedendo immediatamente ad avviare l’iter sanzionatorio per alcune migliaia di euro e disponendo la chiusura dell’attività.

IMG_4523(1)-2La sezione polizia stradale di Macerata ha invece portato alla luce una discarica abusiva, ponendo sotto sequestro un capannone semidiroccato ed altri immobili dislocati su un area di circa 20.000 mq., dove erano depositati  ingenti quantitativi di rifiuti, pericolosi e non, come due condensatori rifasatori industriali. In quel posto ha sede un’attività deposito di legnami e il titolare è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Denunciati sempre dalla stradale di Macerata, in collaborazione con la polizia provinciale del settore ambiente, anche i legali rappresentanti di una ditta autorizzata solo all’autoriparazione ed alla vendita di auto che, sempre nel maceratese, prendevano in carico veicoli destinati alla demolizione nonostante fossero sprovvisti delle relative autorizzazioni: e i titolari di un’attività di autocarrozzeria nella quale erano depositati in modo incontrollato rifiuti pericolosi e non senza autorizzazione, costituiti da circa trenta veicoli demoliti, parti meccaniche,  scarti metallici dell’attività di autocarrozzeria, e filtri usati delle cabine di verniciatura.

Infine, nella provincia di Ascoli Piceno, la polizia stradale e provinciale hanno denunciato il titolare di un opificio di S. Elpidio a Mare il quale deteneva presso il proprio impianto materiale costituito da diverse tipologie di rifiuti speciali pericolosi e non senza le prescritte autorizzazioni.

Nella foto interna all'articolo, il Comandante della Polizia Stradale Marche Emilio Guerrini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento