Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Porto: sigarette nascoste fra le pesche sciroppate, un arresto e due denunce

Due distinte operazioni svolte negli ultimi giorni, in collaborazione con i funzionari doganali, hanno permesso di sequestrare in un caso di 3.100 kg e, nell'altro, di circa 50 kg di tabacchi lavorati esteri

Sequestrate al porto dorico oltre 3 tonnellate di sigarette di contrabbando: due distinte operazioni svolte negli ultimi giorni, in collaborazione con i funzionari doganali, hanno permesso di sequestrare in un caso di 3.100 kg e, nell’altro, di circa 50 kg di tabacchi lavorati esteri.

Il carico maggiore, rinvenuto all'interno di un autoarticolato proveniente dalla Grecia, era costituito da sigarette di marca “Oris Slim” e “Gold Mount”, occultate da un carico di pesche sciroppate. Considerevole il valore commerciale del carico illegale, pari a 666.500 euro, in cui sono da considerare anche i diritti doganali evasi per oltre 590.000 euro.
Il conducente dell’ autoarticolato, un cittadino greco, è stato associato al carcere di Montacuto e dovrà rispondere all'Autorità Giudiziaria del reato di contrabbando.

sigarette pesche 2-2-2Per quanto di entità inferiore, non meno interessante è stato il sequestro delle 253 stecche di “bionde”, pari a 50 kg, trovate in possesso di due coniugi, anch’essi originari della Grecia, che avevano occultato con scaltrezza il carico all’interno delle portiere e nel sottotetto dell’autovettura. La coppia era diretta in Olanda, dove il contrabbando di sigarette dà un profitto più elevato a causa della maggiore incidenza fiscale sui prodotti da fumo imposta dai Paesi Bassi.

Con gli ultimi duri colpi inferti alle organizzazioni contrabbandiere diventano circa 48 le tonnellate di tabacchi illecitamente introdotte nel territorio dello Stato, individuate e sequestrate dalle Fiamme Gialle doriche nei primi cinque mesi del 2012.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto: sigarette nascoste fra le pesche sciroppate, un arresto e due denunce

AnconaToday è in caricamento