rotate-mobile
Cronaca

Vive in roulotte a 83 anni, anziano finisce in ospedale. Appello per la sua cagnolina

L’uomo ha solo il sostegno di due associazioni di volontariato, City Angels e RiBó. Si cerca qualcuno a cui affidare temporaneamente l’animale

ANCONA - Lui finisce in ospedale, lei lo aspetta ma ha bisogno di qualcuno che se ne occupi temporaneamente. Bruno e Bea, due storie parallele e legate tra loro. Bruno è un anziano di 83 anni, senza dimora. Bea è la sua cagnolina. L'uomo vive in una roulotte, in un parcheggio a Posatora. Sabato sera è stato portato in ospedale perché le sue condizioni di salute sono precarie e non può più rimanere in strada. L’uomo è stato trovato in cattive condizioni igieniche. Adesso è ricoverato a Torrette ma in roulotte, al freddo, non può tornare. «Lo stiamo seguendo - spiega Patria Guerra, coordinatrice dei City Angels - insieme all’associazione RiBó ma c’è bisogno di un intervento da parte dei servizi sociali perché non può più vivere così, senza una struttura sanitaria che lo curi. Noi abbiamo sollecitato più volte le istituzioni preposte ma senza risultato per ora». Al parcheggio tempo fa era intervenuta anche la polizia perché sembrava che c’era chi si approfittasse di lui e della sua pensione con cui riesce a mangiare.

Ma gli agenti non avevano ravveduto pericoli però anche loro avevano segnalato la situazione al Comune. Ieri a Posatora sono arrivati i vigili urbani perché il parcheggio ha un’altra roulotte, quella di una donna anche lei senzatetto. «I due mezzi dovranno essere sgomberati - dice Guerra - così ci è stato riferito, il parcheggio va liberato. Bruno ha una cagnolina, Bea, stiamo cercando qualcuno a cui darla in affido fin quando non potrà tornare lui a prendersene cura». A Bruno sarebbe stato preso anche il bancomat e oggetti personali. I City Angels faranno una denuncia contro ignoti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vive in roulotte a 83 anni, anziano finisce in ospedale. Appello per la sua cagnolina

AnconaToday è in caricamento