Contratto medici, l'Asur interrompe tavolo con sindacati: arriva la sentenza del giudice

Dopo il ricordo intrapreso dalla Federazione veterinari e medici, il giudice del lavoro ha dato ragione ai rappresentanti dei lavoratori, contestando dunque una lettera datata aprile 2020

Foto di repertorio

L’Asur Marche aveva interrotto il tavolo con i sindacati per il rinnovo dei contratti integrativi di medici e veterinari, facendo perno sulla necessità di dare priorità all’emergenza Coronavirus, nella quale i medici erano in prima linea. Dopo il ricorso intrapreso dalla Federazione veterinari e medici, il giudice del lavoro ha dato ragione ai rappresentanti dei lavoratori, contestando dunque una lettera scritta ad aprile scorso con cui la direttrice regionale Asur Marche Nadia Storti aveva comunicato lo stop delle trattative. Per la federazione si è trattato di un vero tentativo di mettere alla strette i sindacati, che hanno sempre lamentato la mancanza di informazioni da parte dell’azienda sanitaria, su tutte il fondo a disposizione e le posizioni da retribuire.

Infatti, per il giudice dorico “l’Asur Marche, presentando la documentazione in modo opaco a qualsiasi indagine, avrebbe di fatto attuato una usurpazione del ruolo del sindacato, a cui solo spetta di decidere come dare la più completa tutela ai propri assistiti e come esercitare le proprie prerogative. Di qui la declaratoria di antisindacalità della condotta datoriale e l’ordine giudiziale all’Asur Marche di consegnare tutta la documentazione richiesta dalle organizzazioni sindacali in sede di trattativa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ora però resta il dubbio: basterà l’ordine giudiziale a consentire all’organizzazione sindacale, vittoriosa in giudizio, di ottenere dalla parte datoriale i documenti necessari a verificare se i fondi, destinati ai propri iscritti siano stati accantonati correttamente, non abbiano mai subito ammanchi e siano distribuiti per l’intero ai dirigenti medici aventi diritto?». La domanda se la pone il presidente regionale Federazione veterinari e medici Antonio Angellotti, che adesso resta in attesa di una “chiamata” dall’Asur Marche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento