Cronaca

Ex Merloni, presidio alla Corte d’Appello: sentenza rinviata

In 500 da Marche e Umbria. Il collegio dei giudici doveva decidere sul ricorso presentato dai commissari straordinari dell'ex A. Merloni e dalla J.P. contro l'annullamento della vendita dell'azienda

Questa mattina 500 lavoratori dell'ex A. Merloni di Marche e Umbria, a bordo di un pullman e circa 100 auto, hanno raggiunto il capoluogo per un sit-in di protesta davanti alla sede della Corte di Appello. Il collegio dei giudici doveva decidere sul ricorso presentato dai commissari straordinari dell'ex A. Merloni e dalla J.P. contro l'annullamento della vendita dell'azienda fabrianese all’imprenditore Porcarelli, ottenuto dalle banche creditrici ma – ha spiegato l’avvocato della Fiom Antonio Di Stasialcune parti (fra cui un istituto bancario) si sono costituite solo ieri e hanno chiesto un ulteriore lasso di tempo per esaminare la documentazione, e i giudici hanno rinviato l’udienza al prossimo 19 febbraio.

 “Con forza continueremo anche nelle prossime udienze a presidiare e a far sentire la voce dei lavoratori” dichiara Andrea Cocco, della Fim-Cisl Marche. “Le banche, in un paese dove serve più liquidità agli imprenditori che vogliono creare benessere, con questa forzatura rischiano di bruciare 700 posti di lavoro. Inoltre, anche se fallisse l’Antonio Merloni le banche non riavrebbero comunque il loro credito”.

Una manifestazione, ha specificato Fabrizio Bassotti, della Fiom, che non è contro la magistratura: “La magistratura deve fare il suo corso: sono le banche che tengono un comportamento irresponsabile, le stesse banche che hanno continuato a dare liquidità ad un’azienda che stava per fallire e che avrebbero dovuto controllarla tramite i bilanci. Le stesse banche che quando si sono viste con l’acqua alla gola hanno trasformato i crediti che avevano nei confronti dell’Antonio Merloni in ipoteche sugli immobili, e da qui si capiscono le vere motivazioni del ricorso. Oggi ci troviamo in una situazione in cui tramite il ricorso si potrebbe annullare la vendita mendando i lavoratori in mezzo a una strada.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Merloni, presidio alla Corte d’Appello: sentenza rinviata

AnconaToday è in caricamento