Gli puntano un coltello al collo e lo rapinano, due viados in fuga con il bottino

L'uomo stava dormendo all'interno della sua automobile, quando è stato prima minacciato e poi rapinato da due trans. Per i viados bottino da circa 3mila euro

SENIGALLIA - «Scusa hai da accendere?» Poi gli puntano un coltello al collo e lo rapinano. E' questo quanto successo nella notte tra lunedì e martedì, nella zona del Ciarnin di Senigallia. Vittima della rapina un 43enne macedone, residente nel maceratese. L'uomo, che a breve si sarebbe dovuto trasferito in Svizzera, stava dormendo nella propria auto, prima di riprendere il viaggio verso il paese elvetico. Improvvisamente è stato avvicinato da due viados che dopo avergli chiesto un accendino, gli hanno puntato un coltello al collo, minacciandolo se non avesse consegnato loro i soldi. La vittima ha dato ai due trans tutte le banconote che aveva, circa 3mila euro. Poi la denuncia ai Carabinieri che hanno avviato le indagini per risalire ai responsabili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento