menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arresto dei carabineri (foto di repertorio)

Arresto dei carabineri (foto di repertorio)

Entra in ospedale ed esce in manette, 22enne picchia i sanitari e viene arrestato

Mentre si trovava in ambulatorio ha dato in escandescenze picchiando quattro operatori sanitari, un medico e tre infermieri. Ad arrestarlo i carabinieri del Norm

Uno sfogo di rabbia così incontenibile da mettere fuori gioco quattro operatori sanitari, un medico e tre infermieri. Finisce in arresto un 22enne con l'accusa di violenza, minaccia e resistenza ad incaricato di pubblico servizio per lesioni personali. Il ragazzo è andato in escandescenza ieri pomeriggio (martedì 22 dicembre) all'ospedale civile di Senigallia senza motivazioni chiare. 

Secondo le ricostruzioni del personale sanitario, il ragazzo si era presentato in ambulatorio per alcune questioni relative al suo piano terapeutico. La sitazione, però, è degenerata velocemente: il 22enne ha aggredito fisicamente un primo sanitario e poi ha scatenato la sua furia su altri tre dipendenti accorsi a turno nella stanza per fermarlo. Nel frattempo qualcun'altro nel nosocomio ha allertato il 112 e, poco dopo, sono arrivati i carabinieri del nucleo operativo radiomobile che lo hanno individuato in un altro reparto dell'ospedale mentre stava fuggendo. Così i militari, verificata la dinamica dei fatti, hanno arrestato il ragazzo per minaccia e violenza ad incaricato di pubblico servizio e lesioni personali ai danni degli operatori sanitari dell’ospedale che stavano svolgendo la loro funzioni presso gli ambulatori. Al termine delle formalità di rito, il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Stamattina, presso il tribunale di Ancona, si è svolta l’udienza di convalida e il protagonista di questa brutta vicenda è stato condannato, con il rito del patteggiamento, a quattro mesi, con pena sospesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento