Cronaca

Senigallia, No Triv: incursione al Caterraduno

Un lungo striscione per protestare contro le trivellazioni di Adriatico spunta durante la diretta di Caterpillar in piazza Roma. Blitz serale al concerto di Caparezza che li saluta: "Grazie per quanto state facendo"

Incursione del comitato No Trivellazioni al Caterraduno di Senigallia. Gli attivisti hanno sfilato, ieri pomeriggio, con un lungo striscione per corso II Giugno con giro in piazza Roma durante la diretta di Caterpillar. Ben visibili, sono passati dietro il palco e lungo il perimetro della piazza anche se Massimo Cirri e Sara Zambotti, conduttori della trasmissione, se ne sono accorti solo all'ultimo quando lo striscione era già distante.

La sera, invece, lo striscione ha fatto la sua comparsa al Foro Annonario nei minuti precedenti all'inizio del concerto di Caparezza. Il cantante, nei saluti finali, ha ringraziato gli attivisti "per quanto state facendo". Un problema sentito anche in Puglia, regione d'origine di Capa, dove il governatore Emiliano ha dichiarato l'intenzione di voler ricorrere al Tar contro le autorizzazioni date dal Ministero per compiere esplorazioni a poche miglia dalla costa.

Il movimento è nato per protestare contro i progetti di ricerca di petrolio e gas in Adriatico. Una questione spinosa che riguarda non solo l'Italia ma anche la Croazia che, nei mesi scorsi, ha rilasciato alcune concessioni delle acque territoriali. L'Adriatico sarebbe ricco di petrolio al sud e di gas al nord. Associazioni e ambientalisti sostengono ulteriori perforazioni e attività estrattive (aggiunte a quelle già esistenti) andrebbero a minare l'ecosistema marino e tutto il comparto della pesca oltre che causare danni anche al turismo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia, No Triv: incursione al Caterraduno

AnconaToday è in caricamento