Cronaca Senigallia

"Maria Mater Misericordiae", in 10mila per ammirare i capolavori del Rinascimento

Questi i visitatori giunti a Senigallia per ammirare i capolavori del Rinascimento e la “Vergine delle rocce” di Leonardo. Mangialardi: “Successo conferma le potenzialità del progetto turismo-culturale»

SENIGALLIA – Sono stati 10514, di cui 1970 solo nell’ultima settimana, gli ingressi fatti registrare dalla mostra “Maria Mater Miseircordiae”, rimasta allestita a Palazzo del Duca dal 28 ottobre 2016 al 29 gennaio 2017. Raggiunto, dunque, l’obiettivo delle diecimila presenze che si era prefissato l’Amministrazione comunale. La mostra curata da Stefano Papetti e Giovanni Morello ha suscitato un interesse andato costantemente crescendo di settimana in settimana, al punto da attirare anche l’attenzione di molti media nazionali, che all’evento hanno dedicato servizi speciali e molti approfondimenti.

Ciò ha chiaramente influito sul grande successo dell’evento, che vantava tra le opere esposte, in gran provenienti dalle più prestigiose raccolte museali quali i Musei Vaticani, la Galleria degli Uffizi, la Pinacoteca Nazionale di Siena, la Galleria Nazionale delle Marche, la Galleria Borghese di Roma, il Museo Nazionale di Capodimonte a Napoli, l’Accademia Carrara di Bergamo, numerosi capolavori dei maggiori artisti rinascimentali, da Perugino a Rubens, fino a Carlo Crivelli e Lorenzo Monaco, e la meravigliosa “Vergine delle rocce” di Leonardo Da Vinci, proveniente dalla collezione privata di Chéramy.


«Una mostra di straordinario prestigio – ha affermato soddisfatto il sindaco Maurizio Mangialardi – il cui eccezionale risultato in termini di visitatori, nonostante la stagione invernale e gli effetti negativi provocati dal terremoto, ci ripaga del lavoro e degli sforzi che abbiamo profuso per allestire nella nostra città un evento unico e di grande attrazione sul mercato turistico internazionale. Un successo che conferma le enormi potenzialità di quel modello di crescita innovativo fondato sul binomio turismo-cultura, su cui questa Amministrazione continua a investire per rendere Senigallia sempre più competitiva e capace andare oltre il segmento balneare». Il sindaco ha poi voluto ringraziare tutti i soggetti che hanno contribuito alla realizzazione della mostra: «Questo risultato – ha sottolineato - è frutto della proficua sinergia tra istituzioni, imprese e associazioni culturali che hanno scelto di credere e investire nell’esperienza e nelle competenze che ormai da tempo Senigallia ha maturato in campo culturale. Mi sia quindi consentito di ringraziare coloro con cui abbiamo condiviso questo felice percorso, a partire dalla Regione Marche e dall’assessore Moreno Pieroni, senza i quali tutto ciò non sarebbe stato possibile, l’Anci nazionale e l’Anci Marche, Artifex e il suo direttore generale Paolo Bedeschi, la Fondazione Giovanni Paolo II, i curatori della mostra Paolo Morello e Stefano Papetti, e il personale comunale che ha contribuito alla riuscita dell’iniziativa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maria Mater Misericordiae", in 10mila per ammirare i capolavori del Rinascimento

AnconaToday è in caricamento