Furto al centro commerciale, staccano i codici a barre nei camerini: arrestate

La refurtiva è stata restituita al supermercato. Domani mattina saranno presentate dinanzi al Tribunale di Ancona per la convalida dell’arresto e l’eventuale processo per direttissima

I Carabinieri di Senigallia

SENIGALLIA - Entrano nel centro commerciale, prendono la merce e tentano il furto togliendo i codici a barre. E' successo questa mattina, poco prima di mezzogiorno. I Carabinieri hanno arrestato due ragazze, appena diciottenni, originarie della Costa d’Avorio e del Congo, e residenti rispettivamente a Serra de’ Conti e Montecarotto, con l'accusa di furto aggravato in concorso. La pattuglia del Nucleo Radiomobile è intervenuta nel centro commerciale “Ipersimply”, in via Nicola Abbagnano. 

Il personale addetto alla sorveglianza aveva appena fermato le due ragazze, che si erano impossessate di cavi usb per personal computer, cosmetici, confezioni di profilattici, biancheria intima per un totale complessivo di 320 euro. Ad accorgersi del furto la direttrice del supermercato che, mentre guardava le immagini del sistema di videosorveglianza, ha notato le due ragazze aggirarsi tra gli espositori, da cui prendevano ogni tanto della merce, nascondendosi poi per alcuni minuti nei camerini di prova. Mentre una era dentro, l’altra, rimasta all’esterno, faceva da palo. Dopo essersi avvicinate alla cassa, hanno tentato di pagare un solo articolo da 10 euro ma a quel punto è scattato l'intervento dei Carabinieri. Le due giovani, dopo aver inizialmente negato qualsiasi responsabilità, hanno svuotato le tasche dei giacconi ed hanno tirato fuori la merce nascosta anche sotto i maglioni. Su ogni confezioni di prodotto era stata staccata la targhetta adesiva del codice a barre per evitare che la merce attivasse il dispositivo acustico antitaccheggio presente all’uscita delle casse. Ecco il motivo per cui si erano trattenute molto tempo nel camerino. Le ragazze sono state dichiarate in arresto e condotte in caserma. Dopo le formalità di rito sono state accompagnate alle rispettive abitazioni agli arresti domiciliari. La refurtiva è stata restituita al supermercato. Domani mattina saranno presentate dinanzi al Tribunale di Ancona per la convalida dell’arresto e l’eventuale processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento