Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Senigallia, colf-ladra seriale: furti per migliaia di euro nelle case in cui lavorava

E' finita in manette una donna di 50 anni: faceva sparire un gioiello alla volta per poi precipitarsi a rivenderlo nei "compro oro" della città e incassare i contanti: almeno quattro le case "ripulite"

Dopo mesi di indagini svolte dal personale del Commissariato di Polizia di Senigallia una donna di 50 anni, B. S., nativa della provincia di Ancona ma da anni residente a Senigallia, è stata denunciata per essersi resa autrice di almeno 3 furti in tre differenti abitazioni presso le quali la stessa, in tempi diversi, aveva svolto le mansioni di colf e di badante.

Le indagini della Polizia sono partite a seguite di diverse denunce presentate già alla fine del 2012, quando alcune persone si erano recate per segnalare furti di denaro e monili d’oro scomparsi in circostanze piuttosto strane. L’assenza di segni di rottura alle porte di ingresso ed alle finestre, l’orario (normalmente mattutino) e l’assenza di rumori particolari o di  persone sospette nei luoghi in cui venivano messi a segno i furti, erano tutti elementi  che dirigevano le indagini verso una “mano comune” dietro ai crimini.
Dall’insieme delle denunce raccolte è emerso che il valore totale della refurtiva era di svariate migliaia di euro, trattandosi - oltre che di denaro in contante - anche di decine di oggetti (bracciali, collane ed anelli) tutti di un certo valore.

Dopo aver raccolto tutti questi elementi e sentito le persone interessate , la Polizia ha scoperto la presenza ricorrente di una donna che,  in almeno tre casi, aveva svolto lavori di pulizia presso gli appartamenti delle vittime proprio nel periodo in cui erano stati commessi i furti.
Minuziosi accertamenti svolti presso alcuni negozi compro oro della provincia hanno dato conferma di numerose “visite di affari” da parte della collaboratrice domestica, che aveva incassato buone somme di denaro in cambio di oggetti preziosi.

Le successive attività di indagine hanno consentito di risalire ad un quarto  episodio commesso a Senigallia all’interno di un’altra abitazione, dove la donna lavorava, in cui erano spariti più di mille euro in contanti e un libretto di assegni utilizzato poi per riscuotere denaro contante.

Gli agenti hanno denunciato dunque  B.S.,  che ha poi dichiarato spontaneamente di aver rubato i gioielli ad uno ad uno, per poi andare ogni volta a rivenderlo in un negozio di “compro oro” della città per intascare subito i contanti. In tutto la donna era riuscita così a “prelevare” decine di gioielli, tra bracciali, orecchini e anelli. Sono in corso  ulteriori indagini per verificare altri casi di responsabilità da parte della colf infedele.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia, colf-ladra seriale: furti per migliaia di euro nelle case in cui lavorava

AnconaToday è in caricamento