Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Senigallia

«Senigallia non ha segreti per noi e la conquisteremo»: Pau dei Negrita dà la carica per il nuovo tour

Sale l'attesa per il concerto della band toscana al CaterRaduno di Senigallia. Dopo un periodo di crisi profonda la band torna con un nuovo album registrato nel bel mezzo del deserto californiano

Mancano poche ore al debutto senigalliese di uno dei concerti più attesi del CaterRaduno 2018. Stasera dalle 22 i Negrita saliranno sul palco del Foro Annonario in occasione della festa di Rai Radio 2 che compie vent’anni e, per di più, la data andrà a coincidere con l’avvio del nuovo tour estivo della band dopo l’uscita del loro decimo album dal titolo Desert Yacht club. Stando alle parole di Pau, all'anagrafe Paolo Bruni nonché voce celebre del gruppo toscano, in queste ore mentre si concludono all’Alcatraz di Milano le ultime prove generali l’aria che si respira è decisamente elettrica. «Non so bene cosa succederà domani - confessa il leader della band - so solo che da tantissimi anni desideravamo partecipare a questa kermesse ma poi, per un motivo o per un altro, non ci siamo mai potuti esibire. Conosciamo il programma Caterpillar da tantissimo tempo e ci piace molto l’idea di andare in gruppo al festival. Nel 2007 partecipai al CaterRaduno insieme a Drigo con il progetto di teatro e musica Stazioni Lunari ma poi da allora non riuscii più ad andare».

Pau, cosa devono aspettarsi gli spettatori dal vostro concerto? Quello che vogliamo regalare ai fan è una serata assolutamente speciale. Scopriremo insieme nuove emozioni e sensazioni su quel palco». Come mai avete deciso di partire con il nuovo tour proprio dal CaterRaduno? «E’ stata una gradita coincidenza. Volevamo iniziare i concerti a luglio ma poi, quando ci hanno proposto la tappa del CaterRaduno, non potevamo certo rinunciare e così abbiamo deciso di anticipare di qualche giorno la partenza». Il vostro album racconta di viaggi e mete avventurose, che significato ha il titolo Desert Yacht Club? «E’ il nome di un’oasi creativa fondata dall’artista napoletano Alessandro Giuliano nel bel mezzo del deserto californiano. Ci siamo trovati in questo luogo così ameno e incredibile, dove si possono trovare barche piantate nel bel mezzo del nulla e tutto ha un’aria così spirituale. Ci siamo lasciati alle spalle un periodo di crisi e dolore, e abbiamo esorcizzato il tutto in un disco in cui potevamo ritrovare la nostra identità scavando in noi stessi durante un road trip negli States. Avevamo voglia di ripartire e questa è stata l’occasione perfetta». A proposito di viaggi e mete turistiche: avete mai visitato la città di Senigallia? «Si certo! Ci siamo stati parecchie volte. Abbiamo suonato talmente tante volte al Mamamia che dovrebbero dedicarci un’area tutta nostra (ride). Inoltre, ci piace andare per piacere al Summer Jamboree, tappa immancabile di ogni estate. Insomma, questa città non ha segreti per noi e faremo di tutto per conquistarla». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Senigallia non ha segreti per noi e la conquisteremo»: Pau dei Negrita dà la carica per il nuovo tour

AnconaToday è in caricamento