Cronaca Senigallia

Senigallia capitale europea del buon mangiare, a dirlo è Dissapore

Dopo la terza stella Michelin conquistata da Mauro Uliassi, la celebre rivista ha dedicato un articolo a tutto ciò che di buono si può trovare in città

«Sarà l’aria, sarà l’acqua, sarà la storia, ma c’è qualcosa che rende Senigallia un posto veramente speciale per la gastronomia italiana. Era vero già prima che Mauro Uliassi si aggiudicasse la terza stella Michelin –Uliassi-Cedroni a poche migliaia di metri di distanza sono sempre stati una notizia– ma adesso la cosa si è fatta sociologicamente interessante». Inizia in questo modo l'articolo di Dissapore che descrive la città della rotonda come la capitale europea del cibo. Dopo la terza stella Michelin conquistata da Mauro Uliassi, la celebre rivista ha dedicato un articolo a tutto ciò che di buono si può trovare in città

«Senigallia - continua Dissapore - è la nostra Lione (che ha dodici volte gli abitanti). Ci sono le tre stelle di Uliassi. Le due di Cedroni (cui Moreno aggiunge le altre sue figate, tipo la “salumeria di pesce” Aniko). C’è la bellissima gelateria-cioccolateria di Paolo Brunelli che proprio Dissapore ha eletto miglior gelatiere d’Italia. Ma ci sono infinite altre cose buonissime in città e dintorni: la buona Trattoria Vino e Cibo e il suo pesce, la pizza al metro di Alessandro Coppari, gli straordinari formaggi di Giulia Trionfi Honorati, grandi oli, naturalmente grandi vini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia capitale europea del buon mangiare, a dirlo è Dissapore

AnconaToday è in caricamento