menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola e cultura, studenti serbi e israeliani in visita al Castello di Falconara Alta

Breve il discorso di Stefania Signorini, che dopo essersi rivolta a studenti e docenti falconaresi, ha scambiato un paio di battute in inglese con gli ospiti stranieri

Saluto ufficiale dell’Amministrazione comunale a studenti e professori serbi ed israeliani   ospitati in città dal Liceo Livio Cambi di Falconara. Ieri mattina (12 marzo), nella sala del Leone del castello di Falconara Alta, la vicesindaco Stefania Signorini (nonché Preside dell’Istituto superiore), ha partecipato alla cerimonia di benvenuto nel corso della quale sono stati consegnati ai docenti accompagnatori e agli studenti falconaresi dei piccoli omaggi in ricordo della giornata.

Breve il discorso di Stefania Signorini, che dopo essersi rivolta a studenti e docenti falconaresi, ha scambiato un paio di battute in inglese con gli ospiti stranieri. «Un’esperienza formativa sotto ogni punto di vista sia umano che didattico”: si può riassumere così lo scambio Interculturale. “In particolare con queste due nuove realtà, e mi riferisco alla Serbia e a Tel Aviv – spiega la prof Valeria Gallerani - abbiamo ampliato ulteriormente  l’ambiente interculturale. Proprio questa mattina abbiamo potuto lavorare con ragazzi di intercultura di altre dieci destinazioni diverse sulla educazione alla pace, alla multiculturalità e alla integrazione».

Come affermano i ragazzi, si stratta di esperienze estremamente utili per la formazione dell’individuo, in quanto aprono la mente a nuovi orizzonti e alle diversità culturali, abbattendo le barriere dei pregiudizi. Fondamentale il contributodei professori di Inglese del Liceo Cambi e in particolare Valeria Gallerani che ha seguito e organizzato il progetto con la disponibilità del Preside Stefania Signorini e di tutto il Collegio Docenti del Liceo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento