Scuola, vacanze più lunghe: l’8 gennaio scioperano i professori, lezioni a rischio

La protesta coinvolge sia i docenti sia il personale Ata. Lezioni a rischio per gli studenti proprio nel primo giorno di rientro dalle vacanze natalizie

Il 2018 si apre con lo sciopero dei professori. Lunedì 8 gennaio 2018 sciopera infatti il personale della scuola, sia docenti sia Ata a tempo indeterminato e determinato, atipico e precario: lezioni a rischio quindi per gli studenti proprio nel primo giorno di ritorno a scuola dopo la pausa natalizia. Prevista anche una manifestazione nazionale a Roma, davanti alla sede del Ministero dell'Istruzione di viale Trastevere. 

Sciopero scuola 8 gennaio 2018: le ragioni della protesta

Lo sciopero è stato indetto dal sindacato SAESE e vi hanno aderito anche Anief, Cub e Cobas.

Sciopero scuola: le info

Come spiega il sito Tecnica della Scuola, all'origine della scelta di proclamare lo sciopero c'erano questioni relative a problemi contrattuali, ma il cuore della protesta è ora il sostegno ai diplomati magistrali: una sentenza del Consiglio di Stato ha affermato che i docenti diplomati prima del 2022 potrebbero essere perdere il posto ed essere cancellati dall'organico e il diritto all'inserimento nelle Graduatorie a esaurimento (Gae). 

"Una sentenza ingiusta, spietata e intollerabile - tuona Piero Bernocchi, portavoce nazionale dei Cobas - che gioca con la vita di decine di migliaia di lavoratori: così come è insopportabile che il Miur e il governo non abbiano voluto risolvere un problema serissimo non solo per i lavoratori coinvolti ma per tutta la scuola italiana che di questi docenti non può assolutamente fare a meno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento