Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Vincere la Mafia, anche gli studenti anconetani in ricordo della strage di Capaci

Già da tempo la Scuola “Falcone” si è resa sensibile alle tematiche della legalità, coinvolgendo il quartiere in cui opera

Forte e sentita la festa organizzata sabato 26 maggio 2018 dalla Scuola Primaria “G. Falcone” di Ancona (Istituto Comprensivo “Quartieri Nuovi”), in occasione del ricordo del 26° anniversario della strage di Capaci e a conclusione del lavoro che ha portato i bambini a conoscere e a riqualificare il proprio quartiere per prendersene cura, nell’ottica di un’educazione alla legalità anche dal punto di vista ecologico.Si è trattato del momento finale di un percorso ecolegale inserito nel Programma internazionale Eco-Schools per l’educazione ambientale della cittadinanza e della comunità scolastica e locale al rispetto delle buone pratiche di tutela della natura, che ha coinvolto gli alunni del Plesso durante tutto l’arco dell’anno scolastico 2017-2018, nell’ambito di un progetto pluriennale sulle orme dei grandi Maestri del nostro tempo condotto da tutto l’Istituto.

Già da tempo la Scuola “Falcone” si è resa sensibile alle tematiche della legalità, coinvolgendo il quartiere in cui opera. Quest’anno ha declinato il suo intervento nel filone ambientale, incastonando tale iniziativa in un sentiero costellato da diverse “pietre miliari”: a novembre l’incontro “Ecomafia: ladri del futuro” tenuto dalla criminologa Flavia Fiumara; quindi la partecipazione al Progetto di cittadinanza attiva “Io decoro Ancona, e tu?”, in cui è risultata vincitrice del Primo Premio nella sezione Scuola Primaria; l’adesione a “M’illumino di meno”, in occasione della giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili (23 febbraio 2018); in aprile l’attività di educazione stradale condotta nelle classi dalla Polizia Municipale; l’attivazione del “Piedibus”, animato dalla nutrita partecipazione di alunni e genitori volontari; l’operazione “Spiagge pulite”, che ha visto gli allievi all’opera in alcune zone di Portonovo; ed infine il Concorso nazionale bandito dalla “Fondazione Falcone” in memoria del giudice ucciso dalla mafia, in cui è risultata vincitrice nelle Marche e grazie al quale ha partecipato con una rappresentanza di alunni ed insegnanti alla commemorazione del 23 maggio, prima a bordo della Nave della Legalità con ragazzi e ragazze da tutta Italia, dove è stata accolta dalla criminologa Fiumara, e poi per le vie di Palermo per dire NO alle mafie.

All’Ecofesta l’Amministrazione comunale e numerose attività locali hanno collaborato in sinergia con la Scuola realizzando un allegro evento per tutto il quartiere. Alle ore 9.30, alla presenza delle autorità, i bambini hanno celebrato il ricordo di Giovanni Falcone e degli uomini della sua scorta. E' poi intervenuto il Sindaco della città di Ancona, Valeria Mancinelli, che ha sottolineato l’operato della Scuola Primaria “Falcone” e dell’Istituto Comprensivo “Quartieri Nuovi di Ancona” sulla strada della legalità. L’Assessore alle Politiche Educative, Tiziana Borini, l’Assessore alle Manutenzioni- Sicurezza- Traffico, Stefano Foresi, ed il Vice- Comandante della Polizia Municipale, Franco Ferrauti, hanno sottolineato l’impegno costante del Comune e delle Forze dell’Ordine nel mettere in atto politiche idonee alla crescita di cittadini responsabili, anche in difesa dell’ambiente. Le molteplici attività educative rivolte ai cittadini, piccoli e grandi, ma soprattutto ai futuri uomini e donne di domani, e le tappe raggiunte quest’anno dalla scuola Falcone sono state infine ripercorse dalla vicepreside Rosanna Carletti, in rappresentanza del Dirigente Scolastico, Alessandra Rucci.

Al culmine della cerimonia, toccante è stato l’intervento dell’Insegnante Maria Grazia Gemini che ha accompagnato quattro ragazzi delle Quinte, in rappresentanza di tutta la Scuola, sulla Nave della Legalità ed in corteo lungo le strade di Palermo il 23 Maggio scorso tra un misto di commozione, di unità e di silenzio. Ciascuno degli alunni che ha avuto l’onore di esserci ha riportato un ricordo vivido di quest’esperienza da donare agli altri con la semplicità di brevi e semplici frasi che lasciano il segno e un’orma da seguire. L’Inno di Italia ha coronato il momento di raccoglimento. Poi è stato dato il via al divertimento. La Prima e le Seconde si sono recate al Parco Mendéz, dove ad attenderle c’era il gruppo M.A.S.C.I. (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) ANCONA 2, insieme a cui hanno piantato sei nuovi alberi coinvolti in un percorso animato, mentre le Terze, le Quarte e le Quinte sono rimaste in Piazza per partecipare ai giochi di quartiere: dalla taffetta con la patata al tiro alla fune, dalla corsa a tre gambe al gioco del fazzoletto, fino all’entusiasmante lancio del calzino e all’antico gioco della campana. Roberto Cardinali, presentatore ufficiale dell’ Ecofesta della scuola Falcone, ha commentato i giochi in Piazza scandendone il cambio turno ed i momenti salienti. Infine uno scatenato corteo di bambini, insegnanti e genitori a ritmo di musica ha raggiunto il parco Mendez. Lì un girotondo finale a suon di Saltarello, proposto dagli animatori del Centro Socio Ricreativo “L’Albero delle Idee”, ha concluso l’allegra festa a cui è seguito il suggestivo picnic delle famiglie della scuola, tutti insieme sotto l’ombra degli alberi di un quartiere che ora i bambini, futuri cittadini responsabili, sentono sempre più casa loro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincere la Mafia, anche gli studenti anconetani in ricordo della strage di Capaci

AnconaToday è in caricamento