Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Un team di esperti di sclerosi multipla che rispondono a dubbi e domande

La sclerosi multipla è una patologia cronica del sistema nervoso che compromette le funzioni sensoriali, motorie, cognitive e psicologiche e che colpisce in Italia circa 113.000 uomini e donne e nelle Marche più di 2500 persone

Monsano ospita l’ottava tappa di “Incontri al Centro”, l’iniziativa itinerante, giunta alla seconda edizione, che nasce per dare una risposta alla necessità informativa delle persone con sclerosi multipla e che mette al centro i loro bisogni. Il progetto è organizzato con il supporto di Novartis, azienda impegnata da anni nell’ambito delle neuroscienze.

La sclerosi multipla è una patologia cronica del sistema nervoso che compromette le funzioni sensoriali, motorie, cognitive e psicologiche e che colpisce in Italia circa 113.000 uomini e donne e nelle Marche più di 2500 persone. La SM è, oggi, la seconda causa di disabilità tra i giovani adulti con una diagnosi che in più del 70% dei casi arriva tra i 20 e i 40 anni, una fase chiave della vita per lo studio, la progettualità, l’inizio di una attività lavorativa o di una relazione di coppia. Per questo, affrontare oggi la sclerosi multipla significa avere molte domande, non solo relative alla terapia ma anche riguardanti la vita di tutti i giorni e le prospettive future. All’incontro di Monsano interverranno: Dr. Samuele Arabi (UOC Neurologia – Presidio Ospedaliero “Carlo Urbani” – Jesi), Dr.ssa Laura Compagnucci (Psicologa AISM), Dr.ssa Maura Chiara Danni (SOD Clinica Neurologica – AOU Ospedali Riuniti Torrette, Ancona)

“Nel nostro centro, grazie ad un team multidisciplinare, seguiamo ogni anno 800-900 persone con sclerosi multipla a cui vogliamo offrire un’assistenza completa. Il nostro approccio si basa su alcuni presupposti fondamentali: primo tra tutti la centralità della persona, che permette di focalizzarsi sulle sue necessità, la condivisione degli obiettivi e, infine, il riconoscimento e il rispetto dei ruoli per costruire fiducia e garantire l’aderenza e la comprensione della terapia.  – spiega la Dr.ssa Maura Chiara Danni - SOD Clinica Neurologica – AOU Ospedali Riuniti Torrette di Ancona –  A seguito della diagnosi le persone con SM identificano nel neurologo la persona di riferimento per scelta e gestione della terapia, mentre i familiari svolgono un ruolo di primo piano per imparare ad adattarsi alla malattia stessa. Restano però molti i dubbi e le domande non solo sugli esami ma anche sulla gestione quotidiana dei sintomi della SM, come i sintomi motori e psicologici, che limitano le attività professionali e la vita sociale. Nel corso dell’incontro presso il nostro Centro il focus sarà sui sintomi della SM, ma anche la gestione dell’alimentazione e l’esercizio fisico, con un momento speciale dedicato alle relazioni di coppia, gravidanza e genitorialità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un team di esperti di sclerosi multipla che rispondono a dubbi e domande

AnconaToday è in caricamento