menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertenza Taxi, Confartigianato: «Il governo rispetti gli accordi o ci saranno nuovi scioperi»

Ieri è stato siglato un verbale di incontro tra Associazioni Taxisti tra cui Confartigianato Taxi ed il Ministro Delrio, assistito dal Sottosegretario Vicari e dal Vice Ministro Nencini

Nella tarda serata di ieri è stato siglato un verbale di incontro tra Associazioni Taxisti tra cui Confartigianato Taxi ed il Ministro Delrio, assistito dal Sottosegretario Vicari e dal Vice Ministro Nencini che dopo un confronto anche con i taxisti che scioperavano a Roma, ha portato alla sospensione dello sciopero.

«Rispetto alle richieste della totalità dei presenti e del mandato ricevuto dal direttivo - afferma Confartigianato Taxi - abbiamo ottenuto le due cose più importanti ovvero l'impegno di fare a breve i decreti attuativi e l'impegno a riscrivere la parte che riguarda il trasporto persone nel DDL concorrenza. In questo ultimo provvedimento, se non si interviene è prevista la norma (sempre con un blitz della senatrice) pro multinazionali e la prevedibile nascita di un settore non professionale visto che si parla, nell’esercizio della intermediazione tecnologica, di conducenti e non di vettori. Il confronto quindi già la prossima settimana, visto che al Senato la votazione si chiude il 2 marzo, si potrà valutare la tenuta dell' accordo con la concreta possibilità che ricomincino le proteste».

Ora alta rimarrà l'attenzione di Confartigianato Taxi Marche affermano il presidente ed il segretario Benito Borioni e Gilberto Gasparoni e della categoria affinché le proposte vengano tutte accolte nell'interesse generale degli operatori del trasporto persone e dei cittadini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento