Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

In 1000 per protestare in piazza del Papa: «Vogliamo il contratto subito»

Pubblico impiego, sanità, scuola, ricerca. Ancona come le altre piazze d'Italia si è infiammata per lo sciopero indetto da Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda contro il Governo

C'è l'operatore sanitario che chiede il rinnovo del contratto, il ricercatore precario da un decennio che si sfoga perché i fondi vanno alla ricerca privata, la Forestale in piazza perché con la riforma il corpo rischia di essere militarizzato. E poi ci sono gli operatori della scuola con le loro problematiche e le incertezze legate alla "buona scuola" renziana. Oltre 1000 lavoratori del pubblico impiego hanno preso parte alla manifestazione di venerdì 20 maggio ad Ancona. Palco allestito in piazza del Papa in una giornata simbolo (nel 1970 venne promulgato lo Statuto dei Lavoratori) per circa, nelle Marche, 80mila lavoratori tra dipendenti del comparto sanità, delle autonomie locali, dei ministeri, delle agenzie fiscali e degli enti pubblici non economici, compresi i 26mila dipendenti del mondo della scuola, di cui 20mila docenti e 6mila del settore tecnico e amministrativo.

Manifestazioni in tutta Italia, organizzata da Fp Cgil, Fp Cisl, Uil Fpl, Uilpa Flc Cgil e Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda. «Il contratto è a garanzia della democrazia e oltretutto il governo è stato anche condannato dalla Corte Costituzionale per suo il mancato rinnovo. Chiediamo regole democratiche. Alcuni lavoratori della scuola non sanno ancora dove dovranno andranno a lavorare fra qualche mese. Molte sono donne con figli piccoli» spiega Claudia Mazzucchelli, segretaria regionale Uil Scuola. «Governo bocciato nell'innovazione organizzativa, nella riqualificazione e nella formazione del personale, nella staffetta generazionale, nella qualità dei servizi pubblici della scuola e della salute» commenta lapidario Giovanni Faverin, segretario nazionale Fp Cisl arrivato ad Ancona per il comizio. La manifestazione si è svolta nonostante la pioggia a intermittenza sul capoluogo dorico. Alcune vie del centro storico sono state chiuse al traffico ma senza creare disagi al traffico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 1000 per protestare in piazza del Papa: «Vogliamo il contratto subito»

AnconaToday è in caricamento