Stop agli straordinari negli uffici postali, scioperano 3300 dipendenti marchigiani

Indetto dal 18 giugno al 18 luglio dai sindacati Slc-Cgil, Failp-Cisal e Confsal-Com

Sciopero e disagi alle Poste

Un mese di sciopero degli straordinari dal 18 giugno al 18 luglio. Interessa i lavoratori di Poste Italiane: nelle Marche, 3.355.

Lo sciopero è stato proclamato da Slc-Cgil, Failp-Cisal e Confsal-Com per motivi legati alla carenza di personale e alle politiche aziendali che, spiega la Slc Cgil, «non hanno considerazione per le Marche, alle prese con grandi difficoltà sia per la mancanza di personale sia per la stessa organizzazione del lavoro. Negli ultimi anni, Poste italiane ha fatto un ricorso massiccio ai contratti a tempo determinato: solo nelle Marche, ne sono stati utilizzati oltre 1000. L’azienda, inoltre,  sta prevedendo centinaia di assunzioni in tutta Italia ma non ne ha prevista nessuna nella regione dove invece mancano all’appello, negli ultimi cinque anni, circa 500 lavoratori, specie tra i portalettere e la sportelleria». 

«Tutto questo – spiega Gloria Baldoni, coordinatrice regionale Slc Cgil per Poste italiane – crea disagi sul fronte dei servizi determinando anche un aumento inverosimile dell’uso degli straordinari dei lavoratori».  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • «Mi ha fotografata mentre ero in bagno». Scoppia la lite al mare, arriva la polizia

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • Tamponano un carabiniere, l'auto si ribalta: all'ospedale due donne e un neonato

Torna su
AnconaToday è in caricamento