Pulizie Comune di Jesi, Filcams Cgil Ancona: due giorni di sciopero e sit-in

La vertenza è nata in seguito al cambio di appalto delle pulizie dei locali pubblici del Comune e alla forte riduzione dell'orario di lavoro

Stato di agitazione e due giorni di sciopero, il 16 e 17 maggio: sono stati proclamati dalla Filcams Cgil di Ancona e riguardano gli 11 lavoratori dell’appalto pulizie dei locali del Comune di Jesi. Sono i dipendenti della Cm Service che, martedì 16,  organizzeranno anche un sit-in davanti alla sede del Comune di Jesi, a partire dalle 9. La vertenza è nata in seguito al cambio di appalto delle pulizie dei locali pubblici del Comune e alla forte riduzione dell’orario di lavoro ai danni dei lavoratori, tra l’altro diminuiti nel corso degli anni. Il tutto mentre i locali da pulire sono aumentati.

Dice Rita Giacconi, segretaria Filcams Cgil Ancona: «Siamo stanchi di vedere che, nonostante i nostri solleciti e la firma del protocollo sugli appalti dell’Anci Marche con i sindacati, non ci sia la volontà di costruire  insieme alle parti sociali un capitolato di gara con regole certe rispetto alle clausole di salvaguardia, alle garanzie occupazionali e di reddito dei lavoratori».

Nonostante le rassicurazioni del sindaco, il Rup (responsabile unico del procedimento della gara), alle richieste di chiarimenti delle aziende partecipanti alla gara, dichiarava (on line, sul sito del Comune adibito alle gare) che le ore necessarie per pulire non erano vincolanti per le imprese. «Questo significa – precisa Giacconi – essere in contraddizione con le dichiarazioni del sindaco ed equivale a dire che le aziende, che si aggiudicano l’appalto, possono ridurre le ore di lavoro risparmiando sui dipendenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento