Sanità, studi sulle centralizzazioni. Ceriscioli: «Ottimizzare servizi e migliorare qualità»

«Gli studi richiesti - spiega Ceriscioli - sono finalizzati a verificare se le centralizzazioni possano essere funzionali e possano contribuire ad ottimizzare i servizi per i cittadini»

La giunta regionale ha approvato una delibera, nello scorso mese di aprile, con la quale incaricava i direttori delle aziende ospedaliere di Torrette di Ancona e di Marche nord di redigere progetti finalizzati a valutare se la centralizzazione di alcune attività possa recare vantaggi economici e/o funzionali per la sanità regionale, così come già avviene in altre regioni.

Di fatto si è incaricato il Direttore di Ospedali Riuniti di Ancona di redigere, di concerto con i Direttori degli altri Enti del Sistema sanitario regionale, un progetto  per la realizzazione del polo unico per la centralizzazione delle funzioni produttive in Medicina trasfusionale, in ambito regionale. Nella medesima delibera si è incaricato il Direttore dell’AO Riuniti Marche Nord di redigere, sempre di concerto con i Direttori degli altri Enti del sistema sanitario regionale, anche un progetto per la realizzazione del polo unico per la centralizzazione delle funzioni dei laboratori analisi, in ambito regionale.
Tale delibera segue un precedente provvedimento del novembre scorso, in cui veniva incaricato il Direttore dell’ASUR, in raccordo con gli altri Direttori degli Enti del SSR, di predisporre un progetto mediante una strutturata analisi di fattibilità in ordine agli aspetti finanziari ed organizzativi, per una nuova logistica del farmaco e per la riorganizzazione delle funzioni del 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Gli studi richiesti - spiega il presidente Ceriscioli - sono finalizzati a verificare se le centralizzazioni possano essere funzionali e possano contribuire ad ottimizzare i servizi per i cittadini e a migliorarli qualitativamente, riducendo anche le spese. Servizi che in alcune Regioni sono già centralizzate.
In particolare per quanto riguarda la centrale unica del 118 la giunta ha già deciso e dato mandato ad Asur di individuare l'area più idonea e più centrale. Mentre per le ultime due si tratta ancora di un'indagine, un approfondimento e  solo eventualmente si procederà con le linee programmatorie. Tutte e tre le centrali dovranno, per ovvi motivi, avere una collocazione baricentrica rispetto al territorio regionale. L’affidamento delle progettualità a professionisti/direttori diversi è stato dettato dalla scelta di non oberare troppo lo stesso direttore e di consentire che il referente principale, sempre di concerto con gli altri direttori, avvalendosi delle migliori professionalità presenti nel Sistema, possa contribuire in maniera fattiva alla programmazione propria del Servizio Sanità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento