Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

San Faustino, patrono dei single: nelle Marche sono il 13%

Festività "inventata" da pochi anni ma che dà lo spunto a Coldiretti per uno studio economico: chi è da solo spende in media il 64% in più rispetto a quanti vivono in famiglia

Donne nubili - foto di repertorio

A San Valentino, festa degli innamorati, risponde oggi San Faustino, festa dei single. Già. In un mondo politicamente corrette dove ogni giorno è la Giornata Mondiale di qualcosa (per non scontentare nessuno) da qualche anno ci si è inventati il festeggiamento per chi vive solo. Opinabile ma tanto è bastato per dare a Coldiretti Marche lo spunto per una stima regionale su dati Istat sulle spese che affrontano i single. Nelle Marche sono il 13% della popolazione. Non solo single – per scelta o per costrizione – ma anche vedovi e divorziati che non si sono rispostati e anche monogenitori con figli. Il più grande svantaggio? Quello economico. «Il costo della vita – spiegano da Coldiretti – è superiore in media del 64%, quasi il doppio rispetto a una famiglia tipo. La spesa media per alimentari e bevande di un single è di 277 euro al mese, il 44% superiore a quella media di ogni componente di una famiglia tipo di 2,3 persone che è di 192 euro».

Spesso l'incremento della spesa alimentare è dovuto alla mancanza di formati adeguati o, se questi sono disponibili, al maggior costo chilo/euro rispetto a quelli tradizionali. E l'abitazione? L’aumento, sempre secondo lo studio, è addirittura doppio rispetto alla media per persona di una famiglia tipo. Per non parlare delle bollette energetiche o dell'automobile. «La scelta di non stare in coppia – conclude la Coldiretti - non è peraltro sempre volontaria ma è anche determinata dall’invecchiamento della popolazione con un maggior numero di anziani rimasti in casa da soli che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Faustino, patrono dei single: nelle Marche sono il 13%

AnconaToday è in caricamento