rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Quartiere Adriatico / Viale della Vittoria

Alla fiera guardare ma non comprare: «E qualche sorriso in più non guasterebbe»

La voce degli ambulanti del viale della Vittoria: «Per domani ci aspettiamo il pienone, ma gli anconetani dovrebbero aprire di più il portafoglio»

ANCONA - Terzo giorno di fiera: le speranze degli ambulanti sono tutte proiettate a domani, giorno del patrono di San Ciriaco quando molti anconetani si prenderanno un giorno di pausa per girare tra bancarelle, stand e food truck. Non che finora non l'abbiano fatto. Chi espone la sua merce al viale della Vittoria, dai commercianti di scarpe ai venditori di liquirizia, ammette infatti che lo stop di due anni ha creato un bel movimento per le vie della fiera anconetana maWhatsApp Image 2022-05-02 at 18.09.32-2 poi, nel concreto, sono poche le persone che acquistano i prodotti. Insomma, gli scontrini battuti sono pochi: «Le vendite non sono come prima del Covid - spiega Sauro Albano, venditore di scarpe che viene da Monte Urano - si tratta di un problema generalizzato. Io faccio fiere in tutte le Marche ed è un tema ricorrente questo. Nonostante tutto però c'è un rinnovato entusiasmo per il ritorno della fiera. Si aspettava con ansia questo momento, per domani siamo pronti ad accogliere le persone che verranno». Sauro da 40 anni partecipa con il suo stand alla fiera: «Per il viale ci troviamo benissimo - prosegue - gli anconetani amano passeggiare in questa zona. Siamo stati negli anni al porto, per il corso, ma nulla batte questo tratto». 

Maurizio Madoglio ha il suo stand di "golosità del contadino" ed è il primo anno ad Ancona. «C'è tantissima gente -Alessandro Ciarlariello-2 dichiara - ma sono tutti con la faccia depressa. Noi vendiamo formaggi e li proponiamo in maniera simpatica e gioiosa ma le persone non sorridono. Si sta tornando pian piano alla normalità, una risata in più non guasterebbe mica». Tra gli oltre quattrocento stand di quest'anno c'è poi quello di Alessandro Ciarlariello che vende liquirizia e i suoi derivati. Spiega che «le vendite non sono come quelle dell'ultima edizione» e che «tanta gente chiede la base per fare il liquore in casa». Dunque soluzioni fai da te per risparmiare e per ottimizzare anche in questo caso. Gianluca Bedetti propone croccante e praline gustose ai passanti. Riflette: «Faccio moltissime fiere e c'è ovunque tanta voglia di provare, assaggiare, spendere. Qui noto che le persone tirano la cinghia. Abbiamo il banco da 50 anni a San Ciriaco e quest'anno vediamo tanto passeggio sì, ma pochi acquisti». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla fiera guardare ma non comprare: «E qualche sorriso in più non guasterebbe»

AnconaToday è in caricamento