Cronaca

Un tuffo dalla barca poi la corrente li trascina via: canoista salva due turisti

Marco Bonfitto ha sentito le grida di una ragazza mentre accompagnava un gruppo di amici alla Due Sorelle. «Ecco come li ho recuperati»

ANCONA - Doveva essere una giornata di mare, con un gruppo di amici, diretti in canoa alle Due Sorelle, quando l’escursione si è trasformata in un salvataggio. Due turisti, un ragazzo e una ragazza, di 30 anni, si sono tuffato da una barca e a causa della corrente non sono più riusciti a ritornare all’imbarcazione. Hanno rischiato di affogare se non fosse stato per Marco Bonfitto, 47 anni, anconetano, appassionato di canoa.«Domenica mattina ero in mare, era l’alba - racconta Bonfitto - quando insieme ad altri canoisti abbiamo sentito le grida di aiuto di una ragazza. Era in mezzo all’acqua, a circa cento metri da noi, vicino alla cava Davanzali, in pieno panico. Non riusciva più a tornare alla barca vela. Ho remato verso di lei per raggiungerla». La ragazza era sfinita, forse da molto tempo già in acqua. Poco lontano il fidanzato.

La coppia aveva dormito in barca poi lei si era tuffata con il sole che ancora stava sorgendo per farsi un bagno. Ma non aveva fatto i conti con la corrente. Il mare l’ha trascinata lontano. Lei ha chiamato il fidanzato per farsi aiutare ma anche il ragazzo, una volta in acqua, è stato trascinato via. «Li ho fatti appoggiare tutti e due alla canoa - prosegue Bonfitto - lei mi ha detto “è il Signore che ti manda”. Poi li ho portati uno alla volta alla loro imbarcazione». Una fortuna per la coppia che passasse Bonfitto con i suoi amici, in un orario così presto, in cui il mare era ancora deserto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tuffo dalla barca poi la corrente li trascina via: canoista salva due turisti
AnconaToday è in caricamento