Senigallia: ruba la bicicletta al parroco per comprarsi l’eroina

Raid all'interno del cortile del Duomo di Senigallia: il bottino è consistito nella bicicletta di un sacerdote della cattedrale senigalliese. Acciuffati quasi immediatamente il ladro e il ricettatore

Raid all’interno del cortile del Duomo di Senigallia: il bottino è consistito nella bicicletta di un sacerdote della cattedrale senigalliese. Venerdì, immediatamente allertata da una comunicazione telefonica, la Centrale Operativa della Compagnia ha inviato presso il Duomo di Senigallia una pattuglia del Nucleo Operativo Radiomobile.
I Carabinieri, giunti immediatamente sul posto, dopo aver constatato che il ladro si era già dileguato, hanno cominciato le indagini per rintracciare il responsabile del furto e per recuperare la refurtiva, che nel gito di poche ore è stato individuato: si tratta di B.G., classe 1974, residente a Senigallia, nullafacente tossicodipendente, già noto ai militari, il quale, individuato ed accompagnato in caserma, ha immediatamente ammesso le proprie responsabilità, indicando le generalità del ricettatore  e le modalità con le quale si era sbarazzato della bicicletta rubata.

Pertanto, immediatamente i militari operanti si sono recati presso l’attività commerciale di B.D., classe 1949, residente a Senigallia. Questi, condotto in caserma, ha ammesso le proprie responsabilità, restituendo la bicicletta che, al termine delle operazioni, i Carabinieri hanno restituito al parroco. Le indagini hanno consentito di appurare che la bicicletta,  a fronte di un valore commerciale di 200 euro, era stata venduta dal ladro tossicodipendente al ricettatore per 40 euro, da usar secondo i militari per l’acquisto di eroina.
Nella circostanza B.G. è stato deferito, in stato di libertà,  all’autorità giudiziaria per furto aggravato, mentre B.D. per ricettazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento