Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Le mogli fuori città, rubano una cassa di vino per fare bisboccia: colti sul fatto

Lunedì, a Fabriano, sono stati arrestati due uomini sorpresi mentre uno faceva il palo e l'altro trascinava la scatola contenente 6 pregiate bottiglie di prosecco fuori dal locale

Le mogli lasciano soli i mariti che, a quel punto, decidono di organizzare una serata di baldoria a base di alcool. E forse non ci sarebbe neanche nulla di male se non fosse che, per avere un po’ di vino, questi hanno tentato di rubare una cassa di Prosecco in una trattoria del centro. Per questo lunedì, a Fabriano, sono stati arrestati due uomini di origini marocchine, sorpresi mentre uno faceva il palo e l’altro trascinava la scatola contenente 6 bottiglie fuori dal locale. Per loro l’accusa è di tentato furto aggravato.

I FATTI. Tutto è cominciato quando la moglie di uno dei due si è assentata per un paio di giorni. Per questo, M. E. A., 38 anni di origini marocchine, ha pensato di bene di accordarsi con un suo connazionale, M. D. di 54 anni, per trovare del vino e fare bisboccia in tutta tranquillità tra le mura di casa. Ma le cose non sono andate come speravano. Per puro caso, poco dopo la mezzanotte, una volante della polizia che stava pattugliando il centro, ha notato il più giovane in atteggiamento sospetto, mentre stava sotto casa sua come per aspettare qualcuno. Quando il 38enne ha visto le divise, si è alzato di scatto e ha girato l’angolo. A quel punto gli agenti hanno deciso di seguirlo, arrivando fino in piazza Dei Partigiani. E’ lì che i poliziotti hanno sorpreso il 54enne che stava uscendo da una nota osteria, trascinando una cassa con dentro 6 bottiglie di prosecco di alta qualità. Il locale era chiuso, per cui era ovvio per gli agenti che erano stati proprio loro a manomettere la saracinesca del ristorante ed enoteca, che appariva forzata.

Gli agenti hanno bloccato i due extracomunitari, che martedì si sono presentati di fronte al giudice Paolo Giombetti per il rito per direttissima. La difesa dei due marocchini, sostenuta dall’avvocato Giuliano Natalucci, ha chiesto i termini a difesa. Il giudice ha accolto e ha liberato i due imputati, che si dovranno ripresentare in tribunale per l ‘udienza del 5 novembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mogli fuori città, rubano una cassa di vino per fare bisboccia: colti sul fatto

AnconaToday è in caricamento